Radici degli alberi – Piralide a collo largo

Broad_necked_root_borer_JordiCredo che l’insetto che hai portato in ufficio sia una piralide a collo largo, forse Prionus laticollis. La femmina è molto più grande del maschio, crescendo fino a due pollici o più. La struttura che vedi alla fine dell’addome è in realtà chiamata ovopositore, non pungiglione. Gli ovopositori sono strutture sulle femmine degli insetti in cui depositano le uova. Questo particolare insetto deposita le uova nel terreno intorno agli alberi e agli arbusti. Le uova gialle sono lunghe circa 1/8 di pollice e si sviluppano in larve che poi si nutrono delle radici vive di alberi e arbusti. Le larve possono essere lunghe fino a 3 pollici e mezzo con mandibole nere (molto spaventose). La piralide a collo largo preferisce gli alberi decidui della foresta, ma è nota per nutrirsi di alberi da frutto e arbusti come peschi, peri, meli, mirtilli e persino uva. Il ciclo di vita completo dura circa tre anni. Gli adulti emergono da terra tra giugno e agosto mangiando il fogliame degli alberi e, in alcune occasioni, anche danneggiando la frutta. I maschi più piccoli sono visti più spesso perché sono attratti dalla luce. La gamma della piralide a collo largo va dal Quebec e dall’Ontario al Minnesota e a sud fino alla Florida. Poiché la larva di questo insetto si nutre esclusivamente delle radici degli alberi, gli unici sintomi visibili sono la morte degli arti e l’ingiallimento e/o il diradamento del fogliame. La piralide può distruggere completamente gli alberi giovani e rendere gli alberi più vecchi più suscettibili di essere spazzati via. La prevenzione è la chiave – mantenere l’erba, le foglie, il pacciame, la corteccia e altri rifiuti puliti lontano dalle basi degli alberi. Questo impedisce alla piralide di avere un posto dove nascondersi e la rende più visibile agli uccelli predatori. Inoltre, evitare di potare troppo, concimare troppo e annaffiare troppo gli alberi – tutti questi possono causare ulteriori stress.

di Rebecca Jordi

Posted: 21 giugno 2016

Categoria: Paesaggi domestici, Parassiti & Malattie

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.