Queste foto raccapriccianti dimostrano che Halloween era molto più spaventoso 100 anni fa

HALLOWEEN era un periodo spaventoso all’inizio del 1900, quando i ragazzi disobbedienti venivano arrestati per aver lanciato bombe di farina ai passanti e per aver trasportato fusti di birra nelle chiese.

Circa un secolo fa, i giovani burloni venivano denunciati dai giornali per essere degli sconsiderati “miscredenti” che terrorizzavano la polizia, le ambulanze e persino le squadre di demolizione.

 Questa foto vintage di Halloween dei primi anni del 1900 mostra una coppia dall'aspetto inquietante in abiti bizzarri
Questa foto vintage di Halloween dei primi anni del 1900 mostra una coppia dall’aspetto inquietante in abiti bizzarri

Nei decenni prima che il “dolcetto o scherzetto” diventasse popolare, dispetti e scherzi erano all’ordine del giorno perché i bambini festeggiavano Halloween più degli adulti agli inizi del 1900.

Per esempio nel 1906, “quasi dal momento in cui il buio è apparso i giovani si sono divertiti, sfilando per le strade in ogni possibile costume e trucco e rendendo la notte orribile con corna e altri rumori”, ha riportato il Daily Press in Virginia.

Un ragazzino si guadagnò l’ira degli abitanti della città per “aver tirato i campanelli, scaricato barili di cenere, insozzato i pedoni e reso se stesso un terrore e un fastidio per la comunità”, disse il Times nel 1900.

Le buffonate dei ragazzi – pubblicate da Mental Floss – sono una lettura interessante, dato che un giornale del Nebraska notò nel 1901 che “Alcuni festaioli di Hallowe’en hanno legato una mucca a ciascuna delle maniglie della porta d’ingresso della scuola superiore, e hanno messo un calesse sul tetto dell’edificio.”

 Spaventoso: Questo trio ha l'aria di non essere all'altezza dell'inizio del XX secolo
Spaventoso: Questo trio ha l’aria di non saper fare nulla di buono all’inizio del XX secolo
 Facendo uno spettro di se stessa, questa bambina ha un lenzuolo legato a nodi per assomigliare quasi alle orecchie di coniglio
Facendo uno spettro di se stessa, questa ragazza ha un lenzuolo legato con nodi per assomigliare quasi alle orecchie di coniglio

Nel 1916, l’Ottumwa Semi-Weekly Courier in Iowa riportò che un gruppo di ragazze “vestite con lenzuola e federe… andarono per tutta la città e insaponarono finestre e automobili.

“Siamo andate in una casa dove c’era una festa di Hallowe’en… e abbiamo fatto tutti i tipi di rumori. Una donna uscì e noi ci nascondemmo intorno alla casa. Quando è rientrata abbiamo insaponato tutte le sue finestre. Ci siamo divertiti tutti”

Ma la situazione cambiò per alcuni ragazzi, come riporta The Bourbon News in Kentucky, un uomo di Harrodsburg “che anticipò la rimozione dei suoi cancelli mise della melassa su di essi, e diversi giovani simpatici ebbero i loro vestiti rovinati”

Un’indagine fu avviata nel 1904 quando una chiesa evangelica fu “profanata ad Halloween” quando “dei miscredenti misero un fusto di birra sull’altare”.

 Festa di Halloween - anche il cagnolino sembra terrorizzato
Festa di Halloween – anche il cagnolino sembra terrorizzato
 E tu pensavi che gli gnomi da giardino fossero inquietanti - questo duo indossa strane maschere prima di mettersi in posa tra il fogliame
E pensavate che gli gnomi da giardino fossero inquietanti – questo duo indossa strane maschere prima di mettersi in posa tra il fogliame

Uno scherzo più terrificante, però, coinvolgeva un “manichino da sarto formoso, preso da burloni da una sartoria” e usato per imitare un cadavere in Oklahoma.

Il Morning Tulsa Daily World riportò nel 1920 che il manichino era così realistico che “la polizia, un’ambulanza e una squadra di demolizione furono frettolosamente convocati quando un equipaggio terrorizzato trovò il ‘corpo’ di una donna incastrato sotto i camion della loro auto quando raggiunsero le stalle.

“La polizia e la squadra di demolizione sollevarono la macchina e tirarono fuori il ‘corpo’. Era un manichino di un sarto formoso.”

Non fu fino agli anni 40 e 50 che il “dolcetto o scherzetto” divenne più comune.

Questo trio non era chiaramente da scherzare ad Halloween
Questo trio non era chiaramente da scherzare ad Halloween

L’autore americano Lesley Bannatyne, che ha scritto cinque libri su Halloween, ha detto che “l’elemento distruttivo di Halloween era sgradevole ai Vittoriani”.

Le celebrazioni di Halloween durante i primi anni del 1900 hanno visto un salto dalla fine del 1800, quando “le riviste per bambini stampavano belle immagini di fate e streghe e i periodici per signore si preoccupavano di come veniva data una festa di Halloween”, spiega Bannatyne.

Mentre i bambini potevano scatenarsi ed essere una minaccia per le strade, la situazione era diversa per le padrone di casa, che al volgere del secolo lasciavano le zucche sulla porta di casa.

“Poiché ci si aspettava che le signore vittoriane fossero abili nell’artigianato, la maggior parte degli inviti alle feste di Halloween erano fatti a mano a forma di simboli di Halloween e presentavano un verso in rima”, aggiunge Bannatyne.

 Maschere di Halloween fatte a buon mercato
Maschere di Halloween fatte a buon mercato
Dolcetto o scherzetto?

Inoltre, in questo periodo le feste di Halloween erano “spesso usate per organizzare incontri” con molte opportunità per far sbocciare l’amore.

L’autore ha detto: “Le celebrazioni di Halloween in epoca vittoriana sembrano essere fatte di una parte di ispirazione romantica, una parte di storia ricostruita, e una parte di marketing vittoriano.

“Le storie di Halloween divennero quasi liriche per quanto riguarda la passione, e meno interessate ai fantasmi reali.”

Quando si trattava di organizzare feste, Bannatyne disse: “

“La casa di chi dava la festa era completamente buia, illuminata solo da lanterne, caminetti o lunghi serpenti di latta fissati sopra una luce, il cui calore faceva contorcere il serpente.

 In posa con le zucche, con una maschera da abbinare
In posa con le zucche, con una maschera da abbinare
 Jack 'o lanterne a disposizione, ma il bambino nel mezzo sembra che stia facendo un capriccio mostruoso
Jack ‘o lanterne pronte, ma il bambino nel mezzo sembra che stia facendo un capriccio mostruosoCredit: Corbis – Getty

“Figure vestite di scuro conducevano gli ospiti in cantina, in cucina o in qualche altra stanza buia… alcune hostess salutavano i loro ospiti con un vecchio guanto da gomito pieno di segatura.”

Altri, però, usavano decorazioni come alti fantasmi appesi o mostruose ragnatele fatte di filo.

Alcune padrone di casa servivano focaccine scozzesi e agli ospiti della festa venivano offerte anche mezze zucche ripiene di mele, uva e pere, o insalata di pollo in rape scavate.

Un pericoloso gioco da festa nei salotti vittoriani prevedeva che le persone saltassero sopra la fiamma di una candela, “con abiti a treno completo e pantaloni aderenti e tirati su”.

‘Vieni all’ora delle streghe delle otto e lascia che le fate leggano il tuo destino; Non rivelare a nessuno questa trama segreta o la sventura – non la fortuna – sarà la tua sorte!’

 Quando questo musicista si voltò, deve aver avuto quasi un attacco di cuore nel vedere i personaggi agghiaccianti che incombevano dietro di lui
Quando questo musicista si voltò, deve aver avuto quasi un attacco di cuore nel vedere i personaggi agghiaccianti che incombevano dietro di lui

Si tenevano gare di narrazione intorno al fuoco, dove gli ospiti prendevano un “ramoscello e lo bruciavano, raccontando allo stesso tempo una storia di fantasmi improvvisata.

“Le feste a tema popolari apparvero all’inizio del 1900, incentrate sui gatti neri o su una casa infestata, per esempio trasformando le cantine in caverne.”

I travestimenti di Halloween erano “ancora una novità nelle feste per adulti alla fine del 1900; hanno guadagnato popolarità durante i primi decenni del XX secolo”, ha aggiunto.

Nei primi anni del 1900, quando emersero nuove tradizioni, come le parate di Halloween in tutta la città, la stampa americana etichettò l’occasione come il “problema di Halloween”.

I giornali riportarono che i bambini facevano scattare gli allarmi antincendio, lanciavano mattoni contro le vetrine dei negozi e dipingevano oscenità: “

Loro imploravano soldi o caramelle e minacciavano atti di vandalismo se non li ricevevano.”

Gli adulti disabituati si ribellarono, tuttavia, come i giornali dell’inizio del 20° secolo pubblicarono storie su proprietari di case che sparavano “pallettoni a burloni che avevano solo 11 o 12 anni” in America.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.