Potenti strategie per trasformare l’avversione al conflitto in conversazioni efficaci

Cos’è l’avversione al conflitto? In generale, l’avversione al conflitto è un modo indiretto di affrontare un problema o una persona per evitare il confronto. Le persone avverse al conflitto tendono ad evitare il conflitto a tutti i costi e hanno dialoghi interiori che raramente vengono espressi – molto a loro danno. Di conseguenza, il loro punto di vista di solito non è rappresentato in situazioni e discussioni a cui potrebbero tenere con passione.

Come coach, troviamo l’avversione al conflitto al centro di molte situazioni in cui i nostri clienti stanno lavorando. Crediamo che questo sia un argomento importante perché se non gestita, l’avversione al conflitto avrà probabilmente un impatto negativo sulle relazioni e sui risultati ad un certo punto della propria vita o carriera. Quando le persone che hanno qualcosa da dire non si uniscono alla conversazione, le buone idee potrebbero non venire mai alla luce e le prospettive uniche non saranno condivise. Ancora peggio: si fanno inevitabilmente delle supposizioni dalle prospettive delle varie parti e l’ambiente diventa maturo per incomprensioni, risentimento e ulteriore disimpegno che può portare al fallimento del progetto o del programma.

L’avversione al conflitto non è rara. Molte persone che abbiamo allenato nel corso degli anni riportano un certo grado di avversione al conflitto. Ci si potrebbe chiedere perché una persona è avversa al conflitto. Spesso è una reazione all’ambiente e una questione di sicurezza. Quando i leader incoraggiano la competizione tra i membri del team, l’intento potrebbe essere quello di motivare o incoraggiare la creatività e la produzione. Ma è più probabile che il risultato scoraggi i membri del team avversi al conflitto perché minaccia la sicurezza, la fiducia e le relazioni. L’avversione al conflitto può svilupparsi dall’esperienza o può essere un temperamento – un aspetto della propria personalità che scorre in profondità. Non importa da dove viene, non c’è bisogno di rimanerci.

Quindi, se l’avversione al conflitto a volte ha la meglio su di te, fatti coraggio. Ci sono strategie efficaci che potete usare – sia che siate una persona avversa al conflitto o che stiate lavorando con uno di loro. L’obiettivo finale è quello di migliorare le relazioni e i risultati e questo può essere fatto migliorando la vostra comunicazione.

Ok, quindi come si fa?

Essere avversi al conflitto è una reazione emotiva. È una sensazione di sventura imminente quando si pensa di dover parlare perché si ha la percezione di ciò che accadrà. Non ci sono nemmeno le parole da dire perché potresti essere troppo nervoso per parlare. Vi passano per la testa pensieri come: “Sembrerò stupido”, “Nessuno vi ascolterà, litigheranno e basta”, “Farò una brutta figura”. Sappi che questo è comune – anche e soprattutto per le persone super intelligenti.

Il primo passo è quello di prendere il controllo del tuo sistema nervoso respirando lentamente e profondamente (nessuno deve sapere che lo stai facendo). Questo vi aiuterà a calmarvi. Poi, chiedi un chiarimento all’altra persona. Ripetete esattamente quello che dicono. Le persone amano questo perché dice loro che stavate ascoltando e che li avete sentiti. Esempio: “Quello che penso di averti sentito dire è …. è corretto?” Questo vi dà un’ulteriore opportunità di calmarvi mentre continuate a respirare e a rallentare il ritmo, riflettendo su ciò che sentite. Hai creato una conversazione piuttosto che un confronto. Che bello!

Ora che ti sei calmato usando il processo di cui sopra, potresti considerare alcune strategie aggiuntive disponibili in Back Pocket Coach. Una che mi viene in mente immediatamente è la strategia #20, la potente e semplice domanda, “Posso farti una domanda?” Questa è una grande strategia multiuso. E in questo particolare esempio, usare la domanda ti porta più avanti nella conversazione in modo educato e non conflittuale. Ti mostri curioso e interessato a ciò che l’altra persona ha da dire. E stai togliendo tutto il confronto. Prima che ve ne accorgiate, la vostra conversazione procederà senza intoppi.

Conosci qualcuno che ha a che fare con l’avversione al conflitto? Condividi queste strategie.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.