Mazamorra Morada – Il dolce sapore dell’indipendenza

Condividi

  • Condividi via Facebook
  • Condividi via Google
  • Condividi via Twitter
  • Condividi via Pinterest
  • Condividi via Reddit
  • Condividi via StumbleUpon
  • Condividi via Xing
  • Condividi via WhatsApp

Questo weekend, Il Perù festeggia 191 anni come paese indipendente. Ci saranno feste e parate in ogni quartiere di ogni città, e la gente viaggerà in tutto il paese per festeggiare, nel modo in cui solo i latinoamericani sanno festeggiare. I ristoranti di tutto il paese si aspettano milioni di commensali, desiderosi di indulgere nei loro piatti peruviani preferiti, e i peruviani che vivono all’estero probabilmente si riuniranno e faranno grandi banchetti, rumorosi e pieni di musica, con un sacco di Pisco Sour inclusi, naturalmente. È per loro che oggi voglio condividere la ricetta della nostra cara mazamorra morada, perché quale modo migliore di celebrare il compleanno del Perù, se non con il più tipico dei nostri dolci?

Se stai leggendo questo e non sei peruviano, e soprattutto se non parli spagnolo, so che il nome di questo budino sembra un po’ complicato; persino intimidatorio. Ma se lo provi, scoprirai che il dolce è molto più semplice del suo nome. È fatto con la stessa acqua usata per la chicha morada (meno lo zucchero e il succo di lime), con l’aggiunta di frutta secca, fecola di patate dolci e zucchero. Adoro le ricette 2 in 1 come questa. Un giorno fai una rinfrescante chicha morada, e il giorno dopo puoi usarla per fare un meraviglioso dessert!

Anni fa, mangiare una mazamorra morada era un po’ una fatica, perché la frutta secca usata aveva sempre dei semi, e bisognava continuare a scartarli ad ogni morso. Oggi, invece, la frutta ha i semi… molto meglio per tutti! Mi piace sperimentare e cambiare le cose di tanto in tanto, così a volte aggiungo mirtilli secchi, ciliegie e mirtilli a questo dolce casalingo, invece delle solite prugne e guindas. I puristi del cibo peruviano non perdonerebbero mai questo peccato, ma io penso che sia una grande combinazione. Al posto dell’ananas, si possono anche aggiungere pesche tritate, per esempio -sono di stagione in molti paesi-. Un’altra cosa che faccio di diverso è mangiarlo freddo dal frigorifero, al contrario della maggior parte dei peruviani, che amano mangiarlo caldo, specialmente durante le fredde serate invernali, e amano mescolarlo con l’arroz con leche, un dolce che chiamano sol y sombra (“sole e ombra”).

Comunque tu decida di prepararlo e mangiarlo, divertiti questo fine settimana, e unisciti a noi per festeggiare. Buon compleanno Perù!

* Consiglio: Se non riuscite a trovare la fecola di patate dolci, quella che noi chiamiamo harina de camote, sostituitela con la fecola di patate, di colore bianco neve e molto setosa al tatto. Non è la stessa cosa della farina di patate, quindi non confondetevi. Anche la fecola di mais non funziona.

5 da 1 recensioni

Mazamorra Morada
Autore: Peru Delights
Tipo di ricetta: Dessert
Cucina: Peruviana
Tempo di preparazione: 20 min
Tempo di cottura: 2 ore
Tempo totale: 2 ore 20 min

Dosi: 6

Anche anni fa, mangiare una morada mazamorra era un po’ un’impresa, perché la frutta secca usata aveva sempre dei semi, e bisognava continuare a scartarli ad ogni morso. Oggi, invece, la frutta ha i semi… molto meglio per tutti! Mi piace sperimentare e cambiare le cose di tanto in tanto, così a volte aggiungo mirtilli secchi, ciliegie e mirtilli a questo dolce casalingo, invece delle solite prugne e guindas
Ingredienti
  • 3 libbre di maíz morado (mais viola)
  • 3 chiodi di garofano
  • 3 bastoncini di cannella
  • 1 ananas, pelato e tritato
  • 1 mela Granny Smiths, sbucciata e torsolata
  • 1 mela cotogna, sbucciata, tagliata e tritata
  • 9 tazze di acqua
  • ½ tazza di prugne secche
  • ½ tazza di albicocche secche
  • ½ tazza di fecola di patate dolci (o fecola di patate)
  • .

  • 1 ½ tazza di zucchero
  • 1 lime
  • Cannella tonda
Istruzioni
  1. Ripartire il mais secco in più pezzi.
  2. Mettere in una casseruola pesante insieme ai chiodi di garofano, alle stecche di cannella, alle bucce di ananas, alle bucce e ai torsoli di mele e mele cotogne e all’acqua. Portare a ebollizione a fuoco alto e cuocere per 15 minuti. Abbassare il fuoco a medio e cuocere parzialmente coperto per 1 ora e 30 minuti, o fino a quando si riduce a 6 tazze.
  3. Stracciare, riservando il liquido. Scartare i solidi.
  4. Nella stessa casseruola mettere il liquido, 2 tazze di ananas tritato, mela tritata, prugne, albicocche e zucchero. Portare a ebollizione, abbassare il fuoco a medio e cuocere per 20 minuti per ammorbidire la frutta.
  5. In una ciotola, sciogliere la fecola di patate in un po ‘di liquido di mais viola o acqua, e aggiungere alla casseruola, mescolando costantemente. Cuocere per altri 5 minuti.
  6. Spegnere il fuoco, e aggiungere il succo di lime.
  7. Servire in pirottini o bicchieri, cosparsi di cannella macinata
Informazioni nutrizionali
Dimensioni del servizio: 100 gr Calorie: 58 Grassi: 1 g Grassi saturi: 1 g Grassi insaturi: 0 Grassi trans: 0 Carboidrati: 12 g Sodio: 0 Fibra: 4 g Proteine: 1 g Colesterolo: 0 mg

3.5.3251

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.