La filantropa Ann Getty lascia dietro di sé un’eredità di design fatta di interni stratificati e cortese ospitalità

Aggiornato il 15 settembre 2020: La rinomata filantropa e interior designer Ann Getty si è spenta il 14 settembre 2020. Getty è stata a lungo benefattrice di numerosi enti di beneficenza per le arti e l’istruzione di San Francisco, dedicando molto del suo tempo a sostenere i campi dell’antropologia, dell’editoria, dell’interior design e dello sviluppo della prima infanzia, ha detto la famiglia in un comunicato. “La generosità, nell’amicizia e nella filantropia, era un segno distintivo della signora Getty, che ha aperto la casa di famiglia a numerose raccolte di fondi a sostegno di una serie di organizzazioni non profit”, hanno detto.

Nel 2016, Getty ha gentilmente accolto VERANDA nella sua casa nel periodo natalizio, offrendo ai lettori uno sguardo dall’interno delle sue spettacolari decorazioni per le feste e delle tradizioni familiari. Continuate a leggere per scoprire come Getty padroneggia veramente l’arte del gracious living.

Dicembre è il periodo più felice nella spettacolare residenza di Ann e Gordon Getty del 1913 nel quartiere Pacific Heights di San Francisco. Ogni anno, i membri della famiglia arrivano da tutto il mondo per unirsi alla coppia per un mese pieno di festeggiamenti. Si riuniscono insieme ad amici di lunga data per celebrare le feste e il compleanno di Gordon, che cade appena cinque giorni prima di Natale.

getty home san francisco

Girlande di verde fresco aggiungono una fioritura stagionale alle porte d’ingresso; lanterna francese del XIX secolo; muri dipinti in Porcellana Avorio, Benjamin Moore.
Melanie Acevedo

Ann, un’acclamata designer d’interni e filantropa, ha sempre provato grande piacere nell’intrattenere i suoi ospiti. “Adoro essere coinvolta nelle decorazioni per le feste, nei menu e nei fiori”, dice. “O anche coinvolgere giovani musicisti, un mago o attori in costume”.

getty home san francisco

Circa-1820 piatti Canton famille rose; cristallo, Baccarat; posate antiche, Tiffany & Co.
Melanie Acevedo

I preparativi iniziano la prima settimana di dicembre, quando un sempreverde alto 13 piedi viene collocato al centro del salotto conosciuto come la stanza della musica. Ben presto, l’albero si trasforma in una magica confezione adornata con nastri dorati e piccole luci.

Sopra i rami, inoltre, ci sono ornamenti squisitamente dettagliati che raffigurano personaggi di opere scritte da Gordon, che è un compositore. “L’ho sorpreso con le statuette per il suo 80° compleanno”, dice Ann. “

getty home san francisco

Ann Getty con i suoi goldendoodles, Yankee e Dandee, e Perpetua, una razza mista.
Melanie Acevedo

I Getty ospitano cocktail e recital in questo spazio, che ha un tema russo. Il tappeto di lana annodato a mano del 19° secolo è russo e una volta apparteneva al duca scozzese di Hamilton. Le tende patchwork sono state realizzate con tessuti che un tempo decoravano il leggendario appartamento parigino di Rudolf Nureyev, un amico della coppia. Il divano a due facce del ballerino ha ispirato anche quello qui, che è rivestito con un velluto di seta nero e rosa fatto su misura su telai veneziani del XVIII secolo.

getty home san francisco

Vasi da farmacia di vetro pieni di delizie natalizie sono esposti su una console Giorgio II. Poltrona inglese del XVIII secolo; arte, Canaletto.
Melanie Acevedo

La sala da pranzo a tema cineserie raggiunge un’elevata drammaticità grazie all’abile stratificazione di rari pezzi d’antiquariato e artigianato di Getty. I pannelli delle pareti sono inseriti con fasce di verre églomisé, e voluminose tende scintillano in colori metallici. In cima alle pareti, montate su staffe dorate, figure di porcellana delicatamente dipinte di immortali cinesi scrutano gli ospiti.

“Sono appassionata di tutte le cineserie”, dice Ann. “Amo l’estetica asiatica, specialmente lo stile eccentrico interpretato da e per gli europei. Per me, la porcellana cinese d’esportazione è accattivante ed energizzante”.

getty home san francisco

Banquette personalizzata in un velluto Bevilacqua d’archivio, Hilde-Brand Furniture; poltrone inglesi del XVIII secolo e pannelli murali in seta cinese; tavolo Luigi XIV; opere d’arte, Jacques-Emile Blanche.
Melanie Acevedo

Nell’ultimo mezzo secolo, la coppia ha accumulato una collezione di antiquariato europeo di qualità museale, dipinti veneziani, tessuti francesi e lampadari russi. Nel soggiorno, una coppia di poltrone in legno dorato del XVIII secolo è uscita dalla storica Spencer House di Londra. Le pareti della stanza sono incassate in pannelli di paraventi Coromandel e appese con quadri impressionisti con cornice dorata. In tutta la casa ci sono cuscini decorativi fatti con frammenti di sari antichi, sete di Lione e broccati cinesi ricamati raccolti da Ann nei suoi viaggi in tutto il mondo.

getty home san francisco

Gli ornamenti a tema musicale abbelliscono l’albero delle feste, che raggiunge quasi il soffitto. Sedia laterale in legno dorato riprodotta in primo piano, Ann Getty House Collection; divano del 20° secolo in Bevilacqua e velluti d’epoca; pouf e tappeto del 19° secolo; sedie George II intagliate vicino alle finestre; lampadari personalizzati.
Melanie Acevedo

Tutto ciò crea un ambiente incantevole per la conversazione. E quando gli ospiti della festa se ne vanno, un altro incanto li attende: Su un ornato tavolo di legno dorato intagliato del 1740 circa nella galleria d’ingresso, il pasticcere di famiglia offre caramelle artigianali avvolte nell’oro e bonbon francesi e italiani da portare a casa in belle scatole. Ogni dolce boccone è un ricordo felice di una serata gloriosa.

Questo articolo è apparso originariamente nel numero di novembre-dicembre 2016 di VERANDA.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.