Il fiore nazionale del Giappone | Guida culturale

Il fiore nazionale del Giappone

In Giappone, il crisantemo è riconosciuto come il fiore nazionale perché è l’emblema imperiale del Giappone. È stampato sulla copertina del passaporto giapponese, lo si può vedere nelle ambasciate giapponesi all’estero e nei santuari scintoisti. È anche esposto sugli edifici diplomatici e in qualsiasi altro luogo in cui l’autorità simbolica di stato di Sua Maestà l’Imperatore dovrebbe essere dimostrata. L’origine di questo simbolo risale al tempo dell’imperatore Go-Toba (1180 – 1239), con Sua Maestà che scelse il fiore come suo emblema personale.

Il fiore nazionale del Giappone | Guida culturale

Il fiore nazionale del Giappone | Guida culturale

Come i crisantemi sono diventati il fiore nazionale del Giappone

Il fiore nazionale del Giappone | Guida alla cultura

Il fiore nazionale del Giappone | Guida alla cultura

I crisantemi arrivarono in Giappone dalla Cina nel quinto secolo. La coltivazione del crisantemo iniziò in Giappone durante i periodi Nara e Heian (710-1185). Il fiore fu piantato in tutto il Giappone in quel periodo. Poi guadagnò costantemente popolarità nel periodo Edo (1603-1868).

In Giappone si possono trovare più di 350 tipi di 200.000 varietà conosciute nel mondo. Il fiore è stato adottato come sigillo imperiale del Giappone. Alcuni clan hanno poi iniziato a coltivare i fiori per indicare il loro sostegno e la loro buona relazione con la famiglia imperiale.

I crisantemi presentano la classe nobile e l’autunno. Ecco perché il Giappone ospita un festival in onore del crisantemo in ottobre/novembre. Questo festival avviene sul terreno del Santuario Yasukuni e del Santuario Meiji.

I crisantemi attuali

Si possono trovare ristoranti giapponesi che usano crisantemi di qualità culinaria per decorare il cibo, e il fiore rimane un motivo comune nelle arti tradizionali giapponesi come l’ikebana, la decorazione della porcellana e il design del kimono.

Il giorno ufficiale del crisantemo è conosciuto come Chōyō, che letteralmente significa ‘Festival del crisantemo’ (Kiku no Sekku), ed è uno dei cinque eventi sacri in Giappone. Di solito si celebra il 9 del 9, il 9 settembre. Un rituale viene eseguito sia nei santuari shintoisti che nei templi buddisti. La festa si concentra poi sul desiderio di longevità e viene spesso goduta bevendo sake di crisantemo.

Il crisantemo è un fiore ornamentale pieno di simbolismo in molti paesi. In Asia rappresenta la longevità, quindi è anche un fiore molto usato nei rituali. Quando il fiore è giallo, simboleggia la luce del sole, il calore e, inoltre, rappresenta la gioia, la felicità, l’intelligenza e l’energia.

Il tuo tour del Giappone

Come esperti del Giappone, creiamo pacchetti turistici perfetti per il Giappone con guide che possono raccontarti tutto sulla storia del Giappone. Dai un’occhiata ai nostri tour di gruppo e privati, o contattaci per iniziare a pianificare la tua indimenticabile vacanza in questo affascinante paese. Il Giappone è pieno di esperienze uniche nella vita, cultura, storia, natura e cibo delizioso!

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.