Grades 4-5: Learning to Lead

Be the Water Bottle

Standards Met: McREL Life Skills/Self-Regulation Standard 6 (Restrains impulsivity); Standard 2 (Performs self-appraisal)

What You Need: Il curriculum del Leader in me, lattina di soda, bottiglia d’acqua

Cosa fare: Beth Vavrousek, un’insegnante di quinta elementare alla Grove Elementary School di Marysville, Washington, usa The Leader in Me, un curriculum basato sul libro di Stephen R. Covey The 7 Habits of Highly Effective People, per instillare valori di leadership. Gli studenti rivedono ampiamente le sette abitudini e poi fissano degli obiettivi per incarnarle.

Per insegnare l’abitudine “Sii proattivo”, Vavrousek fa girare una lattina di soda e invita gli studenti ad agitarla, chiedendo loro cosa accadrebbe se la aprissero. (Passandola di nuovo, chiede loro di toccare la parte superiore; quando lei la apre, frizza ma non esplode. Mette in relazione questo con l’essere scossi e poi calmarsi. Gli studenti fanno un brainstorming degli eventi che potrebbero scuoterli e delle strategie che potrebbero calmarli.

In seguito, Vavrousek fa agitare agli studenti una bottiglia d’acqua e chiede cosa accadrebbe se la aprissero. (Spiega che mentre è utile avere strategie calmanti, è ancora meglio rimanere calmi. La bottiglia d’acqua diventa una metafora a cui la classe fa riferimento: Sii la bottiglia d’acqua. “I bambini sono diventati più responsabili della loro vita”, dice. “E io sono libera di concentrarmi sull’insegnamento!”

Techies at Work

Standard soddisfatto: McREL Life Skills/Thinking and Reasoning Standard 5 (Applies basic trouble-shooting and problem-solving techniques)

What You Need: Computer, programmi per computer (ad esempio, iMovie)

Cosa fare: Alla Pilot Knob STEM Magnet School di Eagan, Minnesota, i maghi della tecnologia di quarta elementare sostengono i loro compagni di classe. In un programma creato dallo specialista di integrazione tecnologica Michele Haigh, tre studenti per classe sono selezionati per servire nella “Tech Squad”. Questi studenti insegnano mini-lezioni di tecnologia e sostengono i compagni durante la lezione, permettendo all’insegnante di condurre l’istruzione in piccoli gruppi.

Assegnate piccoli gruppi per diventare esperti di diversi programmi informatici e insegnate mini-lezioni quando volete usare un programma in classe. Per prepararti, chiedi a coppie di studenti di completare diversi compiti usando lo stesso programma e identifica un’abilità tecnologica che potrebbe essere difficile per altri studenti. Poi, ogni piccolo gruppo sviluppa e prova una mini-lezione che insegna l’abilità e la consegna al gruppo più grande per un feedback.

Lezioni di Leadership

Standard soddisfatto: McREL Life Skills/Working With Others Standard 5 (Dimostra abilità di leadership)

Cosa ti serve: Libri sui leader storici, per esempio, The Hero Two Doors Down: Based on the True Story of Friendship Between a Boy and a Baseball Legend, di Sharon Robinson

Cosa fare: Le figure storiche possono servire come casi di studio di leadership. In piccoli gruppi, invitate gli studenti a leggere estratti da libri su leader storici, come L’eroe due porte sotto, che racconta la storia di Jackie Robinson, il giocatore afroamericano che ha abbattuto le barriere razziali nella Major League Baseball, attraverso gli occhi del suo giovane vicino Steve. (I gruppi potrebbero leggere tutti dello stesso leader o di leader diversi).

Una volta che hanno finito la storia, chiedete ad ogni gruppo di scrivere un riassunto degli eventi della vita della persona e quali pensano siano state le sue motivazioni. Poi, chiedete agli studenti di discutere cosa ha reso quella persona un leader. Incoraggiateli a considerare sia gli atti espliciti di leadership (ad esempio, diventare una voce potente nel movimento per i diritti civili) che quelli impliciti (modellare il rispetto per le diverse culture).

Infine, chiedete agli studenti di considerare come il leader avrebbe reagito a situazioni scolastiche come il bullismo o un brutto voto, e fategli scrivere un’intervista immaginaria tra la loro figura storica e un reporter. Per esempio, un cronista del parco giochi della scuola potrebbe intervistare Robinson su come una bambina di quarta elementare dovrebbe reagire a un gruppo di ragazzi che non le permettono di partecipare alla loro partita di kickball. Usa questi esempi per modellare il modo in cui gli studenti possono essere leader nella loro vita.

Tenere il fine in mente

Standard soddisfatti: McREL Life Skills/Self-Regulation Standard 1 (Stabilisce e gestisce obiettivi); Standard 2

Cosa ti serve: Foglio di lavoro degli obiettivi SMAARTER

Cosa fare: I bambini sono responsabili della definizione degli obiettivi per se stessi e per i loro compagni nella classe guidata dagli studenti di Paul Solarz.

Alla fine di ogni giorno alla Westgate Elementary School di Arlington Heights, Illinois, uno studente di quinta elementare guida il gruppo nel valutare il comportamento di tutti i presenti in classe quel giorno. Gli studenti decidono un obiettivo per il giorno successivo, come “Ascoltare le indicazioni durante la lezione di musica”, e sono responsabili di ricordarsi l’un l’altro se non stanno seguendo il loro obiettivo.

Con il passare dell’anno, ogni bambino stabilisce obiettivi individuali. Solarz chiede agli studenti di fissare almeno cinque obiettivi per se stessi. Compilano un foglio di lavoro per assicurarsi che ogni obiettivo sia SMAARTER (specifico, misurabile, realizzabile, ambizioso, rilevante, tempestivo, duraturo, gratificante) e che abbia un piano d’azione specifico. Poi, una volta alla settimana, gli studenti rivedono i loro obiettivi e registrano le prove che supportano i loro progressi.

Fissando e monitorando i propri obiettivi, gli studenti si assumono la responsabilità del loro comportamento e dei loro risultati, dice Solarz, che condivide altre idee per le classi guidate dagli studenti nel suo libro, Learn Like a Pirate: Empower Your Students to Collaborate, Learn, and Succeed, e sul suo blog, Learn Like a Pirate.

Books and Bullying

Standard Met: McREL Life Skills/Working With Others Standard 5

What You Need: La serie in tre parti di Erin Frankel: Weird! Una storia su come affrontare il bullismo nelle scuole; Dare! Una storia su come resistere al bullismo nelle scuole; e Tough! A Story About How to Stop Bullying in Schools; carta da parati; pennarello

Cosa fare: Nella serie di libri illustrati di Erin Frankel, la stessa situazione di bullismo è presentata da tre prospettive diverse: quella del bullo, quella del bullizzato e quella dello spettatore.

Iniziare leggendo tutti e tre i libri ad alta voce alla classe, o assegnare un libro diverso a ciascuno dei tre gruppi da leggere e su cui riferire. Poi, conducete una discussione sul ruolo di ogni personaggio nel causare, sostenere e/o porre fine al bullismo. In particolare, gli studenti dovrebbero notare il potere delle parole.

Chiedete ai ragazzi di fare un brainstorming delle situazioni di bullismo di cui sono stati testimoni o che hanno vissuto. Registrare gli scenari su carta da parati prima di assegnare a piccoli gruppi di riscrivere una situazione come una scenetta che coinvolga un’interazione positiva da parte degli astanti. Dopo aver visto le rappresentazioni, discutete il potere del passante e incoraggiate i ragazzi ad agire come leader se si imbattono nel bullismo.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.