Gli allenatori sono d’accordo: il termine “confusione muscolare” è in realtà un mito completo

Ogni volta che ho sentito gli allenatori dire che bisogna “confondere i muscoli”, ho pensato che fosse strano. Il mio cervello è già abbastanza confuso durante il giorno – quando mi alleno, voglio solo sudare tutto (che è già abbastanza difficile). Preferirei non dare al mio corpo l’equivalente fisico di un problema di algebra.

Confondere i muscoli, però, è un’idea che si sostiene da tempo: per diventare più forte, devi fare cose completamente diverse ai tuoi muscoli… il che significa cambiare i tuoi allenamenti e gli esercizi che fai. “La confusione muscolare è una frase che è diventata popolare come soluzione per colpire un plateau in una routine di esercizi”, spiega Judine Saint-Gerard, un capo allenatore di Tone House, aggiungendo che fondamentalmente significa che cambiare continuamente la routine di allenamento impedirà questo plateau. “Anche se il concetto generale – l’idea che il tuo corpo alla fine si adatterà a ripetere lo stesso allenamento per un certo periodo di tempo – è corretto, la terminologia specifica non lo è”, dice.

Altri allenatori con cui ho parlato sono d’accordo: la confusione muscolare è in realtà un mito. “I muscoli servono davvero a stabilizzare il nostro scheletro, a muovere il nostro corpo o ad aiutare i processi vitali come la respirazione”, dice Chris Hudson, un istruttore del Barry’s Bootcamp. “Dire che si sta cercando di confondere i muscoli non ha davvero senso – una migliore descrizione del concetto sarebbe variare i tuoi allenamenti per evitare di colpire plateau di risultati.”

Perciò, piuttosto che “confusione muscolare”, è in realtà il concetto di switch-up dell’allenamento che è importante conoscere, perché l’adattamento muscolare (che porta a un plateau) avviene. “Una volta introdotto un nuovo stimolo, come un nuovo allenamento, un diverso schema di ripetizioni, pesi più pesanti, ecc, il corpo sarà sfidato ad adattarsi di nuovo, che dovrebbe tirarti fuori dal plateau”, dice Saint-Gerard.

“La popolazione generale fa questo con fare rigorosamente le classi, perché ti stai allenando per tenerti occupato ed essere attivo”, aggiunge Chase Weber, un famoso allenatore di fitness a Los Angeles, che dice che l’idea di “confusione muscolare” si perde nel fluff di formazione in un regime dettagliato e robusto. Hudson nota che questo è l’intero concetto di Barry’s, poiché non si fa mai lo stesso allenamento due volte. “Dando la priorità all’efficienza e al flusso, i nostri allenatori offrono allenamenti che sfidano costantemente il corpo e la mente”, dice, che è la vera chiave di una buona routine di fitness.

Per continuare a cambiare i tuoi allenamenti, le cose migliori da tenere a mente, secondo Saint-Gerard, sono:

  1. Cambiare il tuo schema di ripetizioni-aumentare o diminuire il numero di ripetizioni, o provare uno schema specifico come la piramide o il drop setting.
  2. Se fai principalmente cardio, prova ad aggiungere un allenamento di forza o di resistenza (e viceversa).
  3. Invece di contare le ripetizioni, fai serie cronometrate.
  4. Varia il tempo sotto tensione.
  5. Usa un carico più pesante o un carico più leggero.

Seguendo questi fattori – o semplicemente cambiando i tuoi allenamenti di tanto in tanto – manterrai i tuoi muscoli indovinati (e forti).

BTW, ecco cosa dice un allenatore di fitness sul fare prima il cardio o l’allenamento della forza. E questa è la verità sull’allenamento dei 10.000 passi: È cardio o no?

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.