Cos’è un PR? And Why You Need One

Potresti aver sentito il termine “PR” in riferimento alla corsa, ma che diavolo è? PR sta per record personale, il che significa che è la tua migliore prestazione individuale – e può essere il tuo migliore amico quando si tratta di allenamento.

Puntare e anche semplicemente guardare un PR può aiutare ad aumentare le tue corse da una corsetta casuale nel parco a una potente sessione brucia-calorie. “Un PR fornisce un quadro specifico per raggiungere un obiettivo”, spiega Tom Holland, corridore professionista, allenatore di Ironman e fisiologo dell’esercizio fisico.

Questo quadro di solito significa un obiettivo di tempo su una distanza specifica. Per esempio, qualcuno potrebbe voler battere il suo ultimo PR di 3:44 in una maratona. I corridori diventano ancora più specifici e cercano di correre distanze ad un certo ritmo. Per esempio, un corridore può desiderare di correre una maratona a un ritmo medio di 8:44/miglio.

Come puoi mettere al lavoro un PR?

Trasformalo in un obiettivo. “Raggiungere qualsiasi obiettivo di fitness significa attenersi ai tuoi allenamenti – e un obiettivo di PR può fornire una grande quantità di motivazione aggiuntiva”, dice Holland. In altre parole, ti aiuterà a rispettare le tue corse.

Per iniziare – e fissare l’obiettivo PR – pensa a cosa desideri ottenere con la tua corsa. Poi, vorrai iniziare da dove sei ora. Se non hai mai corso una gara e non conosci ancora il tuo ritmo o tempo abituale, prova a cronometrare le distanze con MapMyRun. Per esempio, se di solito corri un giro di un miglio dopo il lavoro, vedi quanto vai veloce. Questa può essere la vostra linea di base. Da lì, vedere se si può radere un secondo, o qualche secondo, dal vostro tempo ogni settimana.

Leggi di più > 25 errori da evitare per i corridori principianti

Diciamo che ti stai preparando per una distanza di 5K, prova ad aumentare la distanza di 1/4-1/2 di miglio ogni settimana. Puoi fare entrambe le cose anche in una settimana: In un giorno di corsa, spingi la tua distanza; in un altro, spara per ridurre il tempo. Gli obiettivi a piccoli passi possono avere una grande ricompensa: Un recente studio pubblicato nel Journal of Applied Behavior Analysis ha rivelato che quando gli adulti hanno fissato brevi obiettivi settimanali di performance mentre lavoravano verso un obiettivo a lungo termine, tutti hanno aumentato la loro distanza di corsa.

Per un obiettivo di tempo più specifico a lungo termine, Holland suggerisce di puntare a un miglio di 10 minuti o a una corsa di 5K di 30 minuti. “Da dove iniziare dipende molto da numerosi fattori, come l’età e il livello di forma fisica”, dice. “Ma un miglio di 10 minuti è generalmente un buon punto di partenza”. (Per riferimento, il ritmo medio di un uomo di 30 anni che corre un 5K è 9:55/miglio, e per le donne, 11:42.*)

.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.