Come scattare fantastici paesaggi urbani di notte

Quando le luci si abbassano in città, accade la magia! Come si fa a sfruttare le incredibili capacità in condizioni di scarsa illuminazione delle fotocamere DSLR di oggi per creare splendidi paesaggi urbani notturni? Con una solida combinazione di conoscenze tecniche, attrezzatura, pianificazione e immaginazione, puoi creare immagini incredibili in qualsiasi città. Ecco alcuni consigli per iniziare.

Attrezzatura per la fotografia notturna

Un robusto treppiede, una fotocamera SLR digitale con impostazioni completamente manuali e un cavo di scatto a distanza sono tutto ciò che serve per scattare paesaggi notturni urbani. Scegli un treppiede che accetti una testa a sfera o un’impugnatura a pistola. Questi facilitano le regolazioni, come passare rapidamente dall’orientamento verticale a quello orizzontale. Per la fotocamera, le moderne DSLR con sensori full frame e basso rumore ad alti ISO, come la Nikon D800/D810, la Canon 5D Mark III, la Canon 5Ds/5Ds R, e soprattutto la Sony a7s/a7SII, sono scelte eccellenti.

Lenti veloci (obiettivi con aperture massime ampie) non sono così importanti quando si scattano paesaggi urbani come lo sono quando si scattano paesaggi rurali di notte (come la Via Lattea nel deserto), perché in ambienti urbani è più probabile che non si scatti con l’apertura spalancata a causa della maggiore luce ambientale. Invece, quello che vuoi portare con te sono obiettivi che siano nitidi da bordo a bordo, con una distorsione minima del barilotto e una nitidezza ottimale da f/5.6 (o inferiore) in su.

Fotocamera DSLR Vista frontale con obiettivo zoom

Preferisco usare un obiettivo zoom grandangolare per paesaggi notturni urbani, come il Canon 16-35mm f/2.8L II. Altre buone opzioni sono il Canon 16-35mm f/4L IS, il Canon 11-24mm f/4L, il Nikon 14-24mm f/2.8G, il Sony 16-35mm f/4 OSS per i fotografi della serie Sony a7, e il Panasonic 7-14mm f/4 per i Micro Quattro Terzi (devi andare un po’ più largo con MFT per adattarti ai sensori crop 2x – scopri di più su MFT in Immagini campione: Vantaggi dello scatto di Olympus e Quattro Terzi/Micro Quattro Terzi).

Nessuno ama portare in giro un’enorme e pesante borsa fotografica in metropolitana o mentre si spinge attraverso marciapiedi affollati. Quando giro per le città, trovo che gli obiettivi grandangolari zoom versatili, come il Canon 16-35mm f/2.8L II o il più lungo 24-70mm f/2.8L II, coprono praticamente qualsiasi gamma di cui ho bisogno. Come per tutta la fotografia notturna, sarà necessaria una buona dose di tentativi ed errori, dato che non ci sarà abbastanza luce ambientale per usare solo la ripresa Live View sul display LCD della fotocamera. Sviluppare un ciclo di feedback di “scatta, rivedi, regola, scatta, rivedi, regola….” (e così via) è di grande aiuto quando si sperimentano paesaggi notturni urbani.

Impostazioni della fotocamera per i paesaggi notturni

Assicurati di impostare il tipo di file su RAW, specialmente se hai intenzione di usare un software di post-elaborazione come Adobe Lightroom per eseguire la correzione differenziale del colore, il dodging and burning o la correzione della prospettiva. Scatta in modalità manuale (“M”) e imposta il tuo obiettivo sulla messa a fuoco manuale.

Guardando Hakodate, Giappone, dal tram. Esposizione di 0,5 secondi a f/3,5 e ISO 200 con un obiettivo Canon 24mm tilt-shift, che è solo a fuoco manuale.

Guardando Hakodate, Giappone dal tram. Esposizione di 0,5 secondi a f/3,5 e ISO 200 con un obiettivo Canon 24mm tilt-shift, che è solo a fuoco manuale e permette un effetto di miniaturizzazione.

Non ci sono impostazioni di esposizione “catch all” che funzionano sempre – scene diverse richiedono impostazioni diverse. Un buon punto di partenza potrebbe essere ISO 800, un’apertura “media” come f/8 e una velocità dell’otturatore di 10 secondi. Sperimenta con prove ed errori per vedere quali cambiamenti potresti aver bisogno di fare man mano che ti muovi per la città e incontri scene diverse. Ecco alcuni scenari comuni di ripresa notturna per iniziare.

Tracce di auto

Una delle cose più facili ed eccitanti da fotografare in un ambiente urbano sono le scie di auto, o le strisce di luci rosse, bianche e gialle lasciate dalle luci di coda dei veicoli nelle foto a lunga esposizione quando le auto in movimento passano attraverso l’inquadratura.

McIver Crossing

Approssimativamente 3.5 minuti di esposizione a f/9.5 e ISO 800.

Il trucco per rendere queste immagini “pop” è quello di cronometrare il tuo scatto durante il punto dolce della “ora blu”, o la fase del crepuscolo prima/dopo l’alba o il tramonto quando c’è ancora un po’ di luce nel cielo ma è abbastanza buio per le luci di coda per apparire luminoso e vivido.

20160609_GK-RenoNightscapes_0609-Edit

30 secondi di esposizione a f/22 e ISO 250. Continua a leggere per scoprire come l’apertura influisce sulla dimensione delle esplosioni di stelle.

Dovrai quindi sperimentare con le impostazioni della fotocamera fino a trovare la combinazione perfetta di apertura, otturatore e ISO per illuminare le luci dell’auto contro il loro sfondo. Scegli una composizione in cui il movimento delle luci abbia un certo contrasto contro elementi non in movimento dello sfondo o del primo piano.

20150126_GK-LakeTahoe_MG_9907-Edit

30 secondi di esposizione a f/5.6 e ISO 1600.

Pensa prima di aprire l’otturatore a come le linee delle luci posteriori si troveranno nel tuo fotogramma. Fai piccoli aggiustamenti su come si troveranno nell’inquadratura spostando la tua macchina fotografica (o la tua macchina fotografica e te stesso). Potresti anche voler scattare una sequenza di questi scatti e impilarli successivamente in Photoshop, specialmente se il traffico è leggero.

Esposizione di 5 secondi a f/22 e ISO 250.

5 secondi di esposizione a f/22 e ISO 250.

Scegli attentamente la tua composizione per incorporare e giustapporre elementi non in movimento nell’inquadratura contro le auto in movimento e assicurati di trovare una posizione sicura per impostare il tuo treppiede ben al di fuori del percorso del traffico.

Starburst

Alcuni obiettivi grandangolari rendono facile generare starburst da tutte le luci fisse a sorgente singola (come i lampioni). Semplicemente fermate il vostro obiettivo ad un’apertura stretta e usate una lunga esposizione per generare una bella stella appuntita che emana da qualsiasi luce nell’inquadratura.

20110703_GK-BrooklynNYC_

30 secondi di esposizione a f/19 e ISO 400.

Per esempio, il Canon 16-35mm f/2.8L II darà starburst nitide e appuntite da f/11 in su, con le punte delle stelle che diventano più lunghe quando l’apertura diventa minore.

blades-apertuer-diaphram-starbursts

L’obiettivo a sinistra produrrà uno starburst a 8 punte mentre quello di destra ne produce uno a 6 punte.

Il numero di punti di ogni starburst sarà dettato dal numero di lamelle del meccanismo di apertura all’interno dell’obiettivo.

Bokeh

All’estremità opposta dello spettro delle esplosioni stellari prodotte da aperture strette si trova un fenomeno di luce chiamato “bokeh”, che si riferisce ai modelli di luce nelle aree fuori fuoco di un’immagine.

nightscapes-borrowlenses-bokeh

Aperto e volutamente fuori fuoco a f/2,8, 0,3 secondi di esposizione e ISO 400.

Si vede questo effetto frequentemente usato dai direttori della fotografia che filmano i personaggi nei drammi notturni, come l’eccellente serie Bosch ora su Netflix, che si svolge a Los Angeles e usa molte riprese di attori che lavorano di notte contro sfondi urbani.

Dietro le scene dello show Bosch, che ha molte riprese di paesaggi urbani.

Dietro le scene dello show Bosch, che ha molte riprese di paesaggi urbani.

Utilizzare diaframmi molto aperti per mettere a fuoco selettivamente alcune aree (o nessuna area) delle vostre immagini per mostrare il bokeh dell’obiettivo sullo sfondo morbido. Questa è una grande tecnica per catturare l’occhio dell’osservatore e dirigerlo davvero verso gli elementi più importanti della tua composizione.

Post produzione

Adobe Lightroom è una grande soluzione “one-stop shop” per elaborare le tue immagini RAW di paesaggi notturni. Oltre alle fasi di sviluppo di base della modifica dell’esposizione, Lightroom offre fantastici strumenti per la correzione differenziata del colore delle immagini. Questo è davvero comodo nelle città, dove molti diversi tipi di luci sono spesso nello stesso fotogramma. Oppure, scegliendo un trattamento in bianco e nero si può conferire alle immagini un’atmosfera da “Gotham City”. Le versioni recenti di Lightroom offrono anche controlli avanzati ma semplici per la correzione della prospettiva. Guarda in basso verso il modulo di sviluppo per il pannello “Correzione dell’obiettivo”.

Lightroom-Module-Grant-Kaye-Lens-Correction-Example

Quando si scatta dal livello del marciapiede con obiettivi grandangolari rettilinei (un obiettivo con poca o nessuna distorsione a barile o a cuscino d’aria), può essere ancora difficile ottenere tutto ciò che si vuole nell’inquadratura mantenendo le linee degli edifici verticali. Questo perché i grandangoli producono un aspetto allungato o allargato alle aree vicine al bordo dell’inquadratura, distorcendo le linee nonostante gli sforzi anti-barile dell’obiettivo. Se vuoi evitare questo nella fotocamera, hai bisogno di un obiettivo grandangolare tilt-shift, come il Canon TS/E-17mm f/4L. Scopri di più sugli “effetti di raddrizzamento” degli obiettivi tilt-shift in Tilt-Shift Lens Basics Part 1: How Learning Tilt-Shift Techniques Will Improve Your Photography. Se scatti con obiettivi rettilinei larghi, come quelli che ho menzionato prima, puoi usare Lightroom per correggere la prospettiva dei bordi nelle tue immagini, come mostrato sopra in questo esempio da Reno:

lightroom-grant-kaye-perspective-nightscapes

La correzione forzerà un pesante crop delle aree inferiori della tua immagine, quindi pianifica di conseguenza e fai marcia indietro mentre scatti in modo da poter aggiungere aree “sacrificabili” al fondo del tuo fotogramma in previsione del crop.

Pianificate i vostri scatti con una buona ricerca

Sono un grande sostenitore della ricerca delle mie fotografie prima di uscire a scattare. Esistono molte eccellenti applicazioni per smartphone e sul web che ti aiutano a pianificare i tuoi paesaggi urbani notturni. Google Maps e Google Street View sono strumenti potenti per ricercare potenziali luoghi di ripresa e pre-visualizzare come saranno le tue foto notturne (si noti che quasi tutte le riprese di Street View sono fatte durante il giorno, quindi questo sarebbe solo per scopi di esplorazione della posizione).

Scouting sopra Reno.

Scouting sopra Reno.

Anche se niente è meglio che battere il marciapiede e andare a caccia di quella location unica, puoi far scorrere il succo creativo usando gli strumenti di Google per fare un brainstorming e una lista di posti da controllare. Cerca composizioni con forti riflessi, come attraverso un fiume o una baia da una città illuminata.

Golden-gate-bridge-grant-kaye-borrowlenses

30 secondi di esposizione a f/9 e ISO 400.

Con un po’ di pianificazione, puoi essere in posizione al momento giusto nell’ora blu per catturare la luce che svanisce nel cielo e aggiungere dramma alle tue immagini. Inoltre, una cosa semplice come sapere quando hanno luogo le fasi del tramonto e del crepuscolo (come risultato dei movimenti e dei tempi della luna e del sole) può essere un’informazione cruciale. Incorporando la luna crescente o calante si aggiunge un tocco di natura a un paesaggio urbano.

AURORA

6 secondi di esposizione a f/2.8 e ISO 50.

Le città hanno molto inquinamento luminoso, che molti fotografi notturni percorrono lunghe distanze per evitare, ma nelle città può aggiungere un sapore alle immagini con combinazioni di natura ed elementi urbani. Una bella quantità di luce lunare può riempire le zone d’ombra anche nei parchi urbani.

20110218_GK_HyattFridayOvernightTimelapse_0998

4 secondi di esposizione a f/5.6 e ISO 800 con un effetto sfocato intenzionale grazie all’obiettivo Canon 24mm tilt-shift.

App come The Photographer’s Ephemeris o Photo Pills rendono estremamente facile scoprire dove e quando la luna sorgerà e in quale fase sarà in qualsiasi luogo. Prima di uscire di casa, puoi anche usare queste applicazioni per pianificare gli scatti futuri; se vuoi inchiodare quello scatto della luna piena che tramonta su Shinjuku dal 44° piano del Park Hyatt di Tokyo, puoi capire esattamente quando essere lì per scattarlo.

Con la moderna attrezzatura fotografica, non è mai stato così facile fare grandi immagini in città di notte. Immergiti con un po’ di ricerca e porta l’attrezzatura giusta per facilitare le tue idee creative e rendere le tue riprese senza intoppi.

Tag: Fotografia notturna Ultima modifica: 22 maggio 2020

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.