Come salvare un albero sempreverde morente

Gli alberi come tutti gli esseri viventi hanno un ciclo di vita. Durante questo ciclo di vita, possono sperimentare periodi di crescita, malattie, infestazioni, condizioni meteorologiche avverse, e una miriade di altri fattori che possono influenzare il loro sostentamento, compresa la loro età.

Il team di thetreecareguide.com ha ricercato alcuni dei principali disturbi dei sempreverdi e le loro soluzioni per te per salvare il tuo albero.

Cosa causa la morte o il marrone di un albero sempreverde

Per trattare correttamente il tuo albero, devi prima identificare cosa lo sta stressando. Quando gli alberi sempreverdi sono stressati, non sono timidi nel mostrare i sintomi.

Il segno più comune che il tuo albero sempreverde è stressato e potenzialmente morente è l’imbrunimento di una sezione o della totalità dell’albero.

Il seguente ti aiuterà a identificare e a dare un nome alla causa del declino del tuo albero:

Malattie degli alberi sempreverdi

NEEDLECAST – Questa malattia è estremamente comune nelle conifere e causa sintomi molto evidenti. Se non trattata, l’agugliatura può rapidamente propagarsi e diffondersi ad altri alberi sulla vostra proprietà.

SINTOMI – I seguenti sono i tre segni principali che il vostro sempreverde è infettato dall’agugliatura:

  • Imbrunimento o clorosi (perdita o riduzione anomala del colore verde degli aghi).
  • Grave caduta di aghi.
  • Dieback.

TREATMENT – Tenete a mente che la maggior parte dei fungicidi disponibili sono più efficaci se applicati al nuovo fogliame o prima della comparsa dei sintomi. Quanto segue vi aiuterà a gestire l’agugliatura:

  • Tagliare i rami morti, i ramoscelli e le aree infette dell’albero.
  • Rimuovere il fogliame caduto e distruggerlo (bruciarlo). Non aggiungere ai cumuli di compost.
  • Applica un fungicida all’albero dopo aver rimosso i segni dell’infezione.
  • Innaffia l’albero una volta alla settimana per aiutarlo a riprendersi dallo stress.

ROSSE – Quando le “vesciche sollevate” di questa famiglia di funghi si aprono, si rivelano le spore di colore arancione brillante o marrone ruggine (la malattia prende il nome da questa colorazione).

SINTOMI – Una volta che i seguenti sintomi sono rilevati, l’azione immediata dovrebbe essere presa per controllare e prevenire la diffusione di questa malattia:

  • Polvere color ruggine diffusa sul fogliame.
  • Spesso rigonfiamenti di colore brillante o galle su ramoscelli e rami.

TREATTAZIONE – Come precedentemente menzionato, la maggior parte dei fungicidi disponibili sono più efficaci se applicati al nuovo fogliame o prima della comparsa dei sintomi. Quanto segue vi aiuterà a gestire la malattia della ruggine:

  • Tagliare i rami morti, i ramoscelli e le aree infette dell’albero.
  • Rimuovere il fogliame caduto e distruggerlo (bruciarlo). Non aggiungere ai cumuli di compost.
  • Applica un fungicida all’albero dopo aver rimosso i segni dell’infezione.
  • Acqua abbondantemente l’albero una volta alla settimana per aiutarlo a recuperare dallo stress.

Fattori ambientali

FORTUNA – Causa danni e morte delle radici. Quando le radici e i peli delle radici muoiono, si verifica un deficit idrico nell’albero perché queste radici non possono più fornire acqua sufficiente alla cima dell’albero.

La siccità crea anche un ambiente per infestazioni secondarie o malattie.

SINTOMI – I sintomi della siccità possono non manifestarsi in un albero fino a 2 anni dopo il suo verificarsi. Ma includono:

  • Grande caduta di foglie o di aghi.
  • Caduta, appassimento, ingiallimento.
  • Gli aghi mostrano un imbrunimento sulle punte.
  • Fessure nella corteccia.
  • Ritorno.
  • Ritorno.

TREATTAZIONE – Non esiste una cura per la siccità, ma può essere gestita. Seguendo questi passi preventivi, è possibile ridurre gli effetti:

  • Premere tutte le aree morte o colpite dell’albero per evitare infestazioni secondarie e malattie.
  • Fornire l’albero con un’irrigazione profonda a settimana, permettendo all’acqua di raggiungere i 12-15 pollici. Diverse annaffiature leggere incoraggeranno le radici a crescere vicino alla superficie (aumentando il problema), attenersi alle annaffiature profonde.
  • In tardo autunno (prima che il terreno si congeli) dare all’albero un’ultima annaffiatura profonda per aiutarlo ad evitare la siccità invernale.
  • Mulch l’area di diffusione delle radici per aiutare il terreno a trattenere l’acqua.

Guarda questo video per altri consigli sull’irrigazione dei sempreverdi.

Giudizio invernale – I sempreverdi sono particolarmente suscettibili ai danni invernali. Questo tipo di lesione si verifica quando le temperature oscillano in modo anomalo durante l’autunno, l’inverno e la primavera. Un riscaldamento in autunno, una gelata in tarda primavera, o inverni anormalmente freddi possono tutti avere effetti dannosi.

SINTOMI – In molti casi, le lesioni invernali non saranno evidenti fino a metà o fine primavera. Essi includono:

  • Dieback.
  • Off coloring.
  • Browning.
  • Bark splitting.
  • Heavy loss of foliage/needles.
  • Imbrunimento degli aghi sulla punta e nella sezione centrale.

TREATMENT – Non c’è una “cura” una volta che si verifica un danno invernale. I seguenti suggerimenti ti aiuteranno a gestire il danno:

  • Ripristina tutte le aree morte o colpite dell’albero per evitare infestazioni secondarie e malattie.
  • Assicurati che l’albero riceva un’annaffiatura profonda a settimana.
  • In tardo autunno, prima che il terreno si ghiacci, dai all’albero un’ultima annaffiatura profonda per aiutarlo a superare l’inverno.
  • Fornisci una protezione fisica dal vento e dal clima invernale rigido. Le fasce di iuta funzionano bene.

La tua regione geografica gioca un ruolo nella salute del tuo albero. Se vivi nella zona 9, impara le specie specifiche e le condizioni di crescita perfette per gli alberi sempreverdi della zona 9.

Suggerimenti per salvare i sempreverdi rosati

Salvare un sempreverde rosato dipende da quanto velocemente l’albero è stato diagnosticato e da cosa ha causato l’imbrunimento. Come menzionato nei trattamenti di cui sopra, quanto segue aiuterà il vostro sempreverde a riprendersi se non è già morto:

  1. Potate indietro tutte le aree morte o colpite dell’albero per evitare infestazioni secondarie e malattie. Alcuni casi possono richiedere una potatura estesa o la rimozione di una parte dell’albero. In questo scenario, un professionista dell’albero dovrebbe essere chiamato per valutare l’entità del danno e offrire indicazioni sulle misure da prendere.
  2. Fornire l’albero con un’annaffiatura profonda a settimana in un terreno ben drenato, permettendo all’acqua di raggiungere i 12-15 pollici. In un terreno con un alto contenuto di argilla, questo intervallo può essere ogni due settimane.
  3. Evitare più annaffiature leggere, poiché questo incoraggerà le radici a crescere vicino alla superficie.
  4. In tardo autunno, fornire all’albero un’ultima annaffiatura profonda prima che il terreno si indurisca o geli.
  5. Mulch la zona di diffusione delle radici per aiutare il terreno a trattenere l’umidità. Questo aiuterà anche il terreno a trattenere il calore nei mesi invernali.
  6. Verificare il pH del terreno e il suo contenuto. Fare le regolazioni necessarie per soddisfare le esigenze delle specie arboree. Aumentare il pH usando composti con calce o calcare. Abbassare il pH usando materiale organico, solfato di alluminio o zolfo farà lo stesso lavoro.
  7. Fertilizzare solo in primavera e molto presto in estate. Fertilizzare alla fine dell’estate o in autunno incoraggerà la crescita che non avrà il tempo di indurirsi prima dell’inverno. La nuova crescita in questo modo mette stress inutile sull’albero.
  8. Utilizzare fungicidi per prevenire il ripetersi di malattie. Applicare solo dopo aver potato via le aree colpite dell’albero.
  9. Fornire protezione fisica (soprattutto per gli alberi più giovani e in fase di recupero) durante la stagione invernale. La tela di canapa o le fasce per alberi funzionano bene.

Se vi accorgete che più sempreverdi sono stressati e presentano sintomi simili, potrebbe esserci un’influenza più grande al lavoro (inclusa l’età dei vostri alberi). Se questo è il caso, chiamate un arborista certificato per valutare il vostro intero cortile o paesaggio.

Il seguente video mostra come la caduta degli aghi autunnali è spesso confusa con la malattia dei sempreverdi. La caduta degli aghi è un normale processo dei sempreverdi da cui si riprenderanno.

Mantenere sani i tuoi alberi sempreverdi

La migliore misura di trattamento per tutti gli alberi e la vita delle piante è di mantenerli sani, piantati nella giusta posizione, e adeguatamente irrigati.

Per gli alberi che riesci a recuperare, tienili d’occhio per infezioni e infestazioni secondarie. Gli alberi hanno bisogno di tempo per guarire e rafforzare le loro difese.

Una volta che i vostri alberi hanno avuto problemi con malattie o siccità, programmate un’ispezione annuale da parte di un arborista certificato per assicurarvi che qualsiasi problema residuo o nuovo sia adeguatamente affrontato.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.