College of Arts and Sciences

Il Black Mountain College (BMC) fu fondato nel 1933 nella Swannanoa Valley, nella Carolina del Nord, vicino ad Asheville, da un gruppo di dissidenti accademici, guidati da John Andrew Rice (le cui carte sono conservate nella Appalachian’s W.L. Eury Collection) e chiuse le porte nel 1957. La BMC fu uno dei primi leader dell’educazione progressiva e sperimentale nel 20° secolo e a tutt’oggi rimane una delle più grandi avventure accademiche mai lanciate sul suolo americano.

John Andrew Rice, Immagine per gentile concessione del Western Regional ArchivesLa scuola si dedicò ad un approccio interdisciplinare, attirando facoltà e docenti che includevano i principali artisti visivi americani, poeti e scrittori influenti, compositori musicali, ballerini e designer. John Andrew Rice insisteva sul fatto che l’arte dovesse essere al centro di un ampio curriculum accademico.

BMC era gestita dalla facoltà e impegnata nella gestione democratica e nell’idea che le arti sono centrali nell’apprendimento. I docenti inculcavano nei loro studenti e colleghi molti degli stessi valori sostenuti oggi dalla Appalachian State University, imparare facendo, apprendimento collaborativo ed educazione alla giustizia sociale e alla democrazia.

Durante la sua esistenza, molti dei più grandi pensatori e artisti della nazione sono stati in residenza o hanno fatto visita al Black Mountain College tra cui Anni Albers, Josef Albers, John Cage, Merce Cunningham, John Dewey, Albert Einstein, Aldous Huxley, Willem de Kooning, Buckminster Fuller, Paul Goodman, Langston Hughes, Zora Neale Hurston, Franz Kline, Jacob Lawrence, Henry Miller, Robert Motherwell, Charles Olson, Arthur Penn, Francine du Plessix-Gray, Robert Rauschenburg, Aaron Siskind e molti altri.

Legendario anche ai suoi tempi, il Black Mountain College ha attratto e creato spiriti anticonformisti, alcuni dei quali sono diventati personaggi noti ed estremamente influenti nella seconda metà del XX secolo. Nonostante la chiusura del Black Mountian College, il Black Mountain College Museum + Arts Center continua l’eredità del Black Mountain College attraverso conferenze, mostre, spettacoli e una conferenza annuale autunnale che esamina l’eredità del college.

Non è una coincidenza che Appalachian proponga un’esplorazione dinamica di questa eredità attraverso il Black Mountain College Semester. L’Appalachian e il Black Mountain College condividono lo stesso sfondo geografico delle Blue Ridge Mountains e ogni luogo è stato testimone di simili cambiamenti nei mezzi di sostentamento rurale, nella demografia e nell’ecologia che hanno rimodellato i significati culturali e gli attaccamenti al luogo nell’Appalachia meridionale. Appalachian continua la tradizione del Black Mountain College di educazione progressiva ed esperienziale con un profondo impegno alla collaborazione e al rispetto tra studenti e docenti.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.