Che cos’è la febbre del cedro? Gli esperti spiegano l’irritante invernale del Texas

Miti, realtà di uno degli allergeni meno preferiti del Texas

La stagione della febbre del cedro è quasi arrivata, e in un momento in cui avere la febbre – o anche prendere un leggero raffreddore – è preoccupante, è più importante che mai capire i sintomi e la fonte di questa comune allergia del Texas centrale.

Per cominciare, la febbre del cedro non è un’influenza o un virus – è una reazione allergica al polline rilasciato dagli alberi di cedro di montagna. In Texas, la specie predominante di cedro di montagna è il ginepro Ashe.

Distribuzione del ginepro in tutto il Texas. Visualizza la mappa di distribuzione per maggiori dettagli. (foto Texas A&M Forest Service)

“La febbre del cedro è la peggiore a ovest della I-35, dove si ha principalmente ginepro mescolato con querce e alcune altre specie”, ha detto Jonathan Motsinger, il capo dipartimento Central Texas Operations per il Texas A&M Forest Service. “E poiché tutti quei ginepri stanno producendo polline allo stesso tempo, si otterrà una maggiore concentrazione di polline nell’aria.”

Questo è uno dei fattori principali che contribuiscono alla febbre del cedro – la pura quantità e densità di ginepri Ashe nel Texas centrale. Secondo Robert Edmonson, un biologo del Texas A&M Forest Service, il polline dei ginepri Ashe non è particolarmente allergenico o dannoso – è solo così concentrato che, anche se non sei generalmente suscettibile alle allergie, potrebbe comunque colpirti.

“C’è così tanto polline nell’aria”, ha detto Edmonson, “che travolge assolutamente il sistema immunitario. È come cercare di respirare in una tempesta di polvere.”

Cedro o ginepro, la risposta è la stessa

Siccome il polline è diffuso dal vento, la febbre del cedro può colpire individui molto lontani dalle aree con un’alta concentrazione di alberi di ginepro. E la fonte non è limitata ai ginepri di Ashe. In parti più orientali dello stato, ci sono anche cedri rossi orientali che impollinano intorno allo stesso tempo – tra dicembre e gennaio – e possono indurre una risposta simile dal sistema auto-immune delle persone.

Oltre alla pura quantità di polline rilasciato, la febbre del cedro è soprattutto problematica a causa di quando quel polline viene rilasciato. La maggior parte degli alberi impollina in primavera, quando ci aspettiamo di avere allergie. Il polline di ambrosia e le spore della muffa possono contribuire alle allergie in autunno, ma pochissime piante impollinano durante l’inverno. Gli alberi di cedro sono l’eccezione – sono innescati dal tempo più freddo – e in Texas, il loro momento preferito per rilasciare il polline è subito dopo un fronte freddo.

“Dopo un fronte freddo”, ha detto Edmonson, “l’aria si asciuga, abbiamo un po’ di vento e la pressione è diversa. In queste condizioni, ogni singolo cono di polline su un albero di ginepro si apre in una sola volta, e sembra che gli alberi siano in fiamme. Sembra che ci sia del fumo che esce da loro.”

Mentre questo crea delle immagini affascinanti, può anche portare ad alcune gravi sofferenze. E per le persone nuove nella regione del Texas centrale, o che non hanno familiarità con la febbre del cedro nel suo complesso, può portare ad una vera e propria confusione poiché il periodo di impollinazione degli alberi di cedro di montagna è anche nel bel mezzo della stagione dell’influenza.

Sintomi in un ambiente già ‘vigile’

Non è raro che le persone che sperimentano la febbre del cedro scambiano i loro sintomi come un raffreddore o l’influenza stagionale, soprattutto data la varietà dei sintomi scatenati dalla febbre del cedro. Secondo l’articolo di Healthline sulla febbre del cedro, questi possono includere affaticamento, mal di gola, naso che cola, perdita parziale dell’olfatto e – che ci crediate o no – alcune persone hanno effettivamente la febbre.

Quest’anno potrebbe essere particolarmente problematico, poiché molti sintomi si allineano con il nuovo coronavirus. Ma ci sono alcuni indicatori da tenere d’occhio. Prima di tutto, il polline di cedro raramente causerà la vostra temperatura corporea a superare 101,5. Se la febbre supera quella temperatura, allora il polline probabilmente non è la causa.

Ci sono anche alcuni sintomi della febbre del cedro che non sono legati al coronavirus, come prurito, occhi acquosi, passaggi nasali bloccati e starnuti. Ma c’è un “giveaway morto” che, secondo Edmonson, dovrebbe sempre chiarire le cose. “Se il tuo muco è chiaro”, ha detto, “allora è un’allergia. Se è colorato, allora è probabilmente un raffreddore o l’influenza.”

È possibile trattare la febbre del cedro prendendo farmaci allergici e antistaminici, ma si dovrebbe consultare il proprio medico o operatore sanitario prima di prendere nuovi farmaci.

Puoi anche provare ad anticipare il polline sintonizzandoti sul tuo notiziario locale, molti dei quali ti daranno il conteggio del polline e possono prevedere quando sarà particolarmente brutto. In quei giorni, è intelligente tenere le finestre e le porte chiuse, limitare la quantità di tempo che trascorri all’aperto, e cambiare i filtri dell’aria condizionata nella tua auto e nella tua casa.

Rimuovere gli alberi di cedro dalla tua proprietà non è raccomandato principalmente perché il polline è trasportato dall’aria e – poiché spesso aspettano di rilasciare il loro polline fino a quando fa freddo, secco e ventoso – quel polline può soffiare per miglia. È anche importante notare che solo gli alberi maschi di ginepro rilasciano il polline.

“Gli alberi maschi hanno coni di polline”, ha detto Motsinger, “e gli alberi femmina hanno coni simili a bacche, che sono molto poco appariscenti, ma è quello che viene impollinato dagli alberi maschi.”

Trovare tratti buoni tra la nebbia di polline

Mentre i ginepri sono noti per il rilascio dei loro allergeni che inducono la febbre, hanno anche immensi benefici per la salute. Le loro bacche, per esempio, sono usate per fare medicine e oli che possono trattare una varietà di disturbi, dal mal di stomaco al morso di un serpente. Sono anche ricchi di nutrimento e vitamine, fornendo una fonte sostenibile di cibo per la fauna selvatica e l’arricchimento del suolo.

Inoltre, crescono in un terreno che non è particolarmente ospitale per altre specie di alberi. La cosa più importante, tuttavia, è che forniscono gli stessi benefici per la salute mentale, fisica e ambientale degli alberi e delle foreste di tutto il mondo.

In definitiva, i cedri di montagna sono davvero unici per l’insolito periodo dell’anno in cui impollinano.

“Ci sono molti alberi che producono quantità copiose di polline trasportato dall’aria”, ha spiegato Edmonson. “Le conifere lo fanno, e le querce possono essere altrettanto cattive in primavera. Si ottiene questa leggera spolverata di verde ovunque, ed è tutto polline.”

Per maggiori informazioni su come identificare i ginepri Ashe e/o i cedri rossi orientali nel proprio cortile, controllare la pagina web Texas A&M Forest Service’s Texas Tree ID o l’applicazione mobile My Tree ID. Puoi anche vedere la distribuzione dei ginepri in tutto lo stato tramite la Forest Distribution App, che può identificare la distribuzione delle specie arboree native in tutto lo stato del Texas.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.