Autodisciplina + organizzazione: Come insegnare ai bambini queste abilità che durano tutta la vita

La genitorialità è un processo di preparazione e di insegnamento ai nostri figli di crescenti abilità di autogestione che permetteranno loro di funzionare autonomamente da adulti. Questa capacità di autogestione richiede la capacità di lavorare – di portare a termine compiti che spesso sembrano difficili da completare o non sono attraenti.

Possiamo iniziare a costruire questa capacità quando i nostri figli sono molto giovani, insegnando due competenze vitali per completare con successo il lavoro: autodisciplina e organizzazione. La capacità di far lavorare noi stessi è l’autodisciplina e la capacità di imporre l’ordine per portare a termine il lavoro è l’organizzazione.

La prima infanzia è un ottimo momento per iniziare a insegnare entrambe le abilità perché assicura che queste abilità diventino una seconda natura e permette ai bambini di interiorizzare queste capacità prima che le loro vite diventino più impegnative e complicate. Una volta che si destreggiano in un carico di lavoro sempre maggiore, come le responsabilità personali (cura di sé), familiari (faccende di casa), sociali (volontariato), scolastiche (compiti) e lavorative (lavoro), l’organizzazione e l’autodisciplina diventano necessarie per un’efficace autogestione.

Qui ci sono consigli su come insegnare queste abilità per tutta la vita ai bambini:

Incoraggiateli a fare un lavoro non attraente.

Da un’età precoce, i genitori possono iniziare a far fare ai bambini un lavoro che non è necessariamente eccitante. Un esempio è quello di chiedere loro di prendersi cura delle loro cose e di riordinare il loro spazio personale. Se si distraggono facilmente, aiutarli alternando lavoro e pause. Questo potrebbe significare che se si stancano di pulire, si potrebbe offrire una pausa di gioco o di merenda prima di riprendere il lavoro. Nel corso del tempo, aumentate gradualmente il tempo trascorso su compiti non attraenti (in questo caso, la pulizia di una stanza) man mano che la loro capacità di concentrarsi sul lavoro a portata di mano aumenta.

VIDEOCA FANTASTICA

Insegnate loro i passi necessari per finire un lavoro difficile.

I bambini possono essere facilmente scoraggiati dal lavoro dato loro. Se il disordine che il gioco ha creato è completamente opprimente, aiutateli a concentrarsi su una cosa alla volta, suddividendo il lavoro in compiti più gestibili. Questo potrebbe essere raccogliere prima i giocattoli più grandi, poi lavorare su quelli più piccoli, insegnando loro a organizzare un ordine di operazione.

Insistete nel mantenere le promesse.

Se i bambini abbandonano il lavoro che gli è stato chiesto, è importante assicurarsi che lo vedano fino in fondo e capiscano il perché. Se la stanza è ancora in disordine, si può dire: “Nella nostra famiglia, manteniamo le promesse e ci assicuriamo di finire ciò che iniziamo”, e poi ripercorrere i passi rimanenti necessari per completare il compito in questione. Stabilendo questa regola familiare, insegnate ai vostri figli che è importante fare ciò che serve per portare a termine il lavoro.

Assicuratevi che il lavoro venga fatto in modo tempestivo.

Imparare a ordinare lo sforzo lavorativo in un lasso di tempo è un’importante abilità autodisciplinare e organizzativa. Se i ragazzi si attardano e non sono motivati a portare a termine il compito in modo efficiente, considerate la possibilità di offrire alcuni strumenti per aiutarli a svolgere il lavoro in modo tempestivo. Un’idea è quella di usare un timer.

Si può dire: “Dobbiamo finire il nostro lavoro in modo da avere abbastanza tempo per giocare. Sto impostando il timer così sapete quanto tempo avete per finire il vostro lavoro”. Fategli sapere come stanno procedendo, per esempio: “Hai ancora cinque minuti per mettere i tuoi camioncini nella scatola dei giocattoli” o “hai ancora due minuti per mettere i tuoi Lego nel loro cestino”. In questo modo, si comincia a insegnare ai bambini la comprensione del tempo e come gestirlo.

Modella una buona autodisciplina e organizzazione.

E’ probabile che non ci sia bisogno di dirlo, ma i bambini faranno come noi. Ciò che modelliamo è l’istruzione più potente che diamo ai ragazzi, che osservano da vicino il nostro potente esempio.

Qual è lo stato delle nostre case? Siamo sempre in ritardo? Il tavolo della nostra sala da pranzo trabocca di progetti artigianali non finiti dallo scorso dicembre? Se vogliamo che i nostri figli siano autodisciplinati e organizzati, dobbiamo mostrare loro come si fa.

Insegnare ai bambini l’autodisciplina e l’organizzazione non solo li prepara per un futuro di successo, ma li aiuta anche a imparare lezioni importanti sul valore del lavoro e le ricompense che ne derivano. Imparano che, anche se il lavoro non è sempre divertente da fare, può essere soddisfacente vedere i risultati che ne derivano. Il lavoro può anche farli sentire più forti e più capaci, e soprattutto, il lavoro permette loro di completare i compiti della vita in modo che possano prosperare, sia nell’infanzia che nell’età adulta.

Ti potrebbe anche interessare:

  • Metti in ordine, mamma: I 10 migliori trucchi organizzativi di Pinterest
  • 13 trucchi per tenere la tua auto organizzata, da vere mamme
  • Come organizzare l’armadio di tuo figlio ad ogni età, da quella prescolare a quella adolescenziale

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.