Altri 13 sintomi dell’ansia di cui non parliamo mai

L’ansia ha molti sintomi associati, alcuni dei quali a volte ci è difficile parlare. Dato che non ne parliamo, spesso ci si può sentire come se fossimo soli in quello che stiamo vivendo. La realtà è che molti di noi sperimentano una varietà di sintomi; abbiamo raccolto altri 13 sintomi dell’ansia di cui non parliamo spesso.

Altri 13 sintomi dell'ansia di cui non parliamo mai

La rabbia

La rabbia è un’emozione scomoda. Può essere molto difficile da gestire e possiamo picchiarci per i nostri sentimenti di rabbia. E’ qualcosa di cui spesso non ci piace parlare perché sentirsi arrabbiati può farci sentire una persona terribile.

Ansia e rabbia possono andare di pari passo. L’ansia può farci sentire irritabili, ansiosi e frustrati per qualsiasi cosa. Piccoli rumori, o piccoli errori che le persone fanno, possono farci sentire come se fosse l’ultima goccia e potremmo andare “oltre il limite” in qualsiasi momento. Potremmo scattare contro le persone senza alcuna ragione. La rabbia potrebbe essere l’unico modo che conosciamo per esprimere l’ansia che stiamo vivendo. Ci sono modi in cui possiamo affrontare la nostra rabbia e non siamo certamente gli unici a conviverci.

Asia nel sonno

È già abbastanza difficile convivere con l’ansia durante le ore di veglia. Ma l’ansia può anche disturbare il nostro sonno. I nostri sogni possono prendere svolte spaventose e noi andiamo nel panico, anche nel sonno. Spesso ci svegliamo tremando, sudando e lottando per respirare. È estenuante. Ci sono molte mattine in cui ci svegliamo con la sensazione di aver dormito a malapena. Può essere anche doloroso – se ci tendiamo spesso durante il sonno, allora possiamo svegliarci con i muscoli davvero doloranti.

Senza respiro

Nel mezzo di un periodo di ansia, la respirazione può essere difficile. A volte sembra che i nostri polmoni siano poco profondi e che non possiamo fare un respiro profondo. Il nostro respiro può essere rapido e può lasciarci con la testa leggera. Più ci facciamo prendere dal panico per non essere in grado di respirare, più il nostro petto può diventare stretto e più difficile è respirare. Diventa un circolo vizioso. Più siamo in ansia, più è difficile respirare, e più è difficile respirare, più siamo in ansia. Le tecniche di respirazione, come inspirare dal naso ed espirare dalla bocca, possono aiutarci a prendere il controllo della nostra respirazione, che a sua volta può aiutare a ridurre la nostra ansia.

Necessità costante di andare in bagno

La necessità di correre in bagno con poco preavviso può essere un sintomo comune di ansia. L’ansia può farci avere bisogno del bagno più spesso e può causare diarrea. L’ansia fa parte della nostra risposta di “lotta o fuga”. Come parte di questa risposta, il nostro corpo svuota il nostro intestino in modo da non doverlo fare nel mezzo di una lotta o di una fuga da qualcosa. È spesso un sintomo scomodo e può essere imbarazzante. Ma è anche un sintomo molto comune per quelli di noi che vivono con l’ansia.

Piangere per niente

A volte ci mettiamo semplicemente a piangere. Spesso non sappiamo nemmeno perché. Potremmo avere un problema che non è nemmeno un problema, come versare una goccia d’acqua mentre prepariamo una tazza di tè, e improvvisamente ci troviamo inondati di lacrime. A volte possiamo piangere letteralmente per niente. Ci sono momenti in cui stiamo semplicemente andando avanti con la vita, e all’improvviso uno tsunami di lacrime ci colpisce e abbiamo bisogno di mezza scatola di fazzoletti per pulirla. A volte non piangiamo veramente, ci sentiamo solo molto lacrimosi per tutto il tempo.

Spesso questo bisogno di piangere è il risultato dell’ansia che si accumula. Arriva al punto in cui trabocca e non possiamo più contenerla.

Fare tutto velocemente

Quando siamo particolarmente ansiosi, il livello di adrenalina che scorre nel nostro corpo aumenta. Questo può far sì che la nostra mente e il nostro corpo corrano più velocemente del normale. Poiché la nostra mente sta correndo, potremmo scoprire che cominciamo a camminare velocemente, a parlare velocemente e a fare tutto supervelocemente. Potremmo essere difficili da capire perché stiamo parlando così velocemente. Inoltre, poiché il nostro cervello sta andando così velocemente, potremmo scoprire che andiamo direttamente dalla ‘a’ alla ‘f’, e perdiamo tutti i passi in mezzo. Così le cose che stiamo dicendo potrebbero non avere senso per quelli intorno a noi, perché non sono in grado di seguire il nostro treno nervoso di pensieri.

Sentirsi intrappolati

A volte possiamo diventare così ansiosi che ci sentiamo fisicamente intrappolati in un posto. Questo potrebbe includere, ma non è limitato a, la nostra casa. Potrebbe essere qualcosa come un autobus o un treno. Possiamo diventare così ansiosi di alzarci di fronte ad altri passeggeri, che non lo facciamo. Questo può portarci a perdere la nostra fermata e a finire in un posto completamente diverso da dove volevamo andare. Non solo questo è scomodo, ma può anche aumentare la nostra ansia per la prossima volta che dobbiamo viaggiare. Questo può alimentare la nostra sensazione di essere intrappolati in un posto perché può raggiungere il punto in cui ci sentiamo incapaci di usare qualsiasi forma di trasporto.

Potrebbe anche essere al lavoro, nella nostra auto, in un bagno pubblico, o da qualche altra parte. La nostra ansia raggiunge un livello in cui ci sentiamo come se non potessimo fisicamente uscire da un posto. Questo può aumentare la nostra ansia di tornarci in futuro, e tutto ciò può portarci a sentirci sempre meno capaci di andare nei posti, e a diventare più isolati e intrappolati nella nostra casa o appartamento.

Abitudini dannose

L’ansia può indurci a farci del male, a volte senza rendercene conto. Questo può includere cose come scaccolarsi, strofinare la pelle, tirare i capelli, mangiarsi le unghie o altro. A volte potremmo sapere che stiamo facendo queste cose, altre volte, potremmo non rendercene conto.

Può essere imbarazzante, specialmente se la gente ci chiede qualcosa e non siamo sicuri di come rispondere. Può anche essere doloroso.

Una volta che ne siamo consapevoli, ci sono modi in cui possiamo distrarci o altri meccanismi di coping che possiamo usare. Può richiedere lavoro per imparare ad usare diversi meccanismi di coping, specialmente se abbiamo usato qualcosa del genere per far fronte alla nostra ansia per molto tempo. Ma è possibile, e ci sono persone che possono aiutarci.

Mal di testa

Vivere con mal di testa persistenti può avere un impatto negativo sulla nostra salute mentale, e la nostra salute mentale può causare mal di testa persistenti. I nostri muscoli spesso si tendono quando siamo ansiosi. Quando i muscoli sono tesi per un po’, diventano dolorosi e doloranti. Questo può essere una causa di mal di testa, in particolare quando siamo ansiosi per un po’.

Problemi muscolari

Quando siamo ansiosi, i nostri muscoli possono bloccarsi o avere spasmi. La tensione muscolare e gli spasmi sono comuni quando siamo ansiosi. Possono essere spaventosi, soprattutto se non ce li aspettiamo, perché spesso sono involontari. Possono anche essere dolorosi – tendere i nostri muscoli tutto il tempo può essere davvero doloroso. Non sempre ci rendiamo conto che ci stiamo irrigidendo, ma può essere utile provare consapevolmente a rilassare i muscoli di tanto in tanto.

Paranoia

L’ansia può renderci paranoici. Ci sono momenti in cui pensiamo che le persone ci odino, nonostante non abbiano una parola negativa da dire su di noi. Possiamo pensare che la gente parli costantemente di noi o parli male di noi alle nostre spalle. Ogni volta che il nostro manager ci parla potremmo pensare che stiamo per essere licenziati. Potremmo preoccuparci costantemente che qualcuno, o un gruppo di persone, intenda farci del male, derubarci o alterare i nostri pensieri. Potrebbe trattarsi di persone che conosciamo o di organizzazioni, come il governo. Questi pensieri possono essere costanti, o possono apparire solo quando siamo particolarmente turbati o stressati. Possono essere davvero angoscianti da vivere.

Problemi della pelle

L’ansia può creare tutti i tipi di problemi della pelle tra cui, ma non solo, eruzioni cutanee, eczema e acne. Quando sperimentiamo questi problemi della pelle, possiamo diventarne consapevoli. Potremmo essere imbarazzati per il nostro aspetto o sentire il bisogno di coprirci o nasconderci. Questo può rendere ancora più difficile uscire di casa. Può creare ancora più ansia – ansia su come migliorare la nostra pelle, ansia su ciò che la gente potrebbe pensare, ansia sulla nostra ansia e sull’impatto che sta avendo sul nostro corpo. Più ansiosi diventiamo, maggiore è l’effetto che può avere sulla nostra pelle.

Lotta con la parola

L’ansia può farci lottare con la parola in tutti i modi diversi; potremmo trovarci in una situazione in cui ci sentiamo incapaci di parlare. Potrebbe accadere più e più volte. Più succede, più possiamo diventare ansiosi di parlare, e più difficile può essere parlare. L’ansia ci fa diventare la bocca secca. Dimentichiamo ogni parola che abbiamo conosciuto e la nostra mente si svuota.

Se riusciamo a parlare, potremmo scoprire che facciamo fatica a dire quello che vogliamo dire. Potremmo lottare con la balbuzie. Più ansiosi diventiamo, peggiore può diventare la nostra balbuzie. Può essere incredibilmente frustrante.

Per ottenere aiuto

I sintomi dell’ansia possono sembrare imbarazzanti e vergognosi, ma non c’è nulla di cui vergognarsi e sono molto più comuni di quanto non sembrino. Sono indicativi di alcuni problemi di salute mentale squinternati che possono davvero interrompere e interferire con le nostre vite. Vale sempre la pena ottenere supporto e parlarne con il nostro medico di base o con un altro professionista medico.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.