Accesso diretto: The Truth About Seeing a PT First

Forse ti sei stirato la schiena da un posto di lavoro improvvisato, pensando che questa sistemazione sarà solo temporanea – ma sono passate settimane. Forse ti sei spinto un po’ troppo forte preparandoti per quella che doveva essere la tua prima mezza maratona e quel dolore al ginocchio non va via, anche dopo un paio di giorni di riposo. Forse hai semplicemente fatto un passo strano dal marciapiede durante la tua passeggiata notturna e stai sentendo una piccola fitta alla caviglia.

A volte, quando si soffre di un malessere, di un dolore o di una lesione, si ha un’idea abbastanza precisa di cosa si tratta e si può essere in grado di individuarne la causa. Non è sempre il caso, ma quando è così, non preferiresti andare subito dal tuo fisioterapista per iniziare il trattamento?

Una cosa che possiamo lasciare nel passato pre-COVID sono i molti cerchi che bisognava superare prima di iniziare. La prima tappa era il vostro medico di base, che spesso vi rimanda a uno specialista ortopedico, che poi vi scriveva una prescrizione per la terapia fisica. Questo processo da solo richiedeva diverse settimane e alcuni co-pagamenti dell’assicurazione. Il modo in cui accediamo all’assistenza sanitaria e ai medici è cambiato, e ci troviamo di fronte a una nuova realtà – in meglio!

COVID-19 ha cambiato il nostro modo di vivere. Il modo in cui andiamo a fare la spesa o a vedere il nostro medico è stato semplificato, tagliando alcuni passaggi e, soprattutto, risparmiando qualche dollaro! Andare direttamente dal tuo fisioterapista è la nuova normalità e si chiama accesso diretto.

COS’È ESATTAMENTE L’ACCESSO DIRETTO?

Niente fumo negli occhi qui – è proprio quello che sembra! L’accesso diretto è la capacità di accedere direttamente al tuo fisioterapista senza un riferimento medico o una prescrizione.

COME FUNZIONA?

L’accesso diretto è regolato a livello statale. Una qualche forma di accesso diretto esiste in ogni stato, anche se le leggi specifiche variano. Alcuni stati non hanno regole, mentre altri hanno limiti sul numero di visite o sul periodo di tempo in cui i pazienti possono cercare una terapia fisica prima che sia necessaria una prescrizione medica. Come minimo, però, ogni stato permette a un paziente di ricevere una valutazione senza un rinvio. Se sei interessato a saperne di più sulle leggi di accesso diretto, ti consigliamo di visitare il sito dell’Associazione Americana di Terapia Fisica.

QUINDI DOVREI APPROFITTARNE O DOVREI PRIMA CONSULTARE IL MIO MEDICO?

L’obiettivo del vostro fisioterapista è quello di garantire che ogni paziente riceva la più alta qualità di cura disponibile, che sia in grado di accedere a tale cura rapidamente, e che sia la cura giusta per loro. I nostri pazienti sono visti entro uno o due giorni dalla chiamata o dalla richiesta di un appuntamento online, un miglioramento rispetto alla media di 24 giorni per vedere il medico di base o il chirurgo ortopedico. E naturalmente, se la vostra condizione è al di là di ciò che possiamo trattare, vi indirizzeremo immediatamente al medico o allo specialista appropriato.

PERCHÉ L’ACCESSO DIRETTO È IMPORTANTE PER ME?

Le diamo quattro buone ragioni.

1. L’accesso diretto fa risparmiare denaro! Più del 50% solo nei costi del mal di schiena. Spesso previene anche la necessità di ulteriore assistenza sanitaria. Più di 13 milioni di americani vedono il loro medico ogni anno per avere sollievo dal dolore lombare cronico. La giusta terapia fisica entro 14 giorni dall’inizio del dolore minimizza il costo totale medio delle cure del 50%. Sono un sacco di soldi ogni anno!

  • I pazienti con mal di schiena che ricevono la terapia fisica immediatamente dopo l’inizio del dolore e aderiscono al loro piano di trattamento spendono 3.000 dollari all’anno in costi sanitari associati. Quelli che ritardano a ricevere la terapia fisica e non aderiscono al loro piano di trattamento spendono 6.000 dollari all’anno per tutti i tipi di assistenza sanitaria.
  • Al vostro primo appuntamento con un fisioterapista, riceverete un piano di trattamento personalizzato basato sulla vostra valutazione e comincerete ad attuare il piano quel giorno stesso. Il percorso dal medico di base allo specialista ortopedico al fisioterapista è probabile che ti porti ben oltre la soglia dei 40 giorni prima che tu sia anche solo alla porta per vedere un PT.

2. Il PT oltre le pillole. La terapia fisica è un piano di trattamento alternativo raccomandato dal CDC agli oppioidi che creano dipendenza e può prevenire la necessità di un intervento chirurgico, immagini costose e iniezioni.

Durante il COVID-19, la maggior parte degli interventi per il dolore cronico rientrano nella categoria elettiva, il che significa che alcuni pazienti hanno dovuto rimandare il trattamento. I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno rilasciato delle linee guida nel marzo 2016 che esortano i prescrittori a ridurre l’uso di oppioidi in favore di alternative più sicure nel trattamento del dolore cronico. La terapia fisica è una delle alternative non oppioidi raccomandate ed ecco perché:

  • I fisioterapisti trattano il dolore. Gli oppioidi lo mascherano.
  • Gli “effetti collaterali” della terapia fisica includono una migliore mobilità, una maggiore indipendenza, una diminuzione del dolore e la prevenzione di altri problemi di salute attraverso il movimento e l’esercizio. Gli effetti collaterali degli oppioidi includono depressione, overdose, dipendenza e sintomi di astinenza.
  • La terapia fisica è efficace per numerose condizioni, e il CDC ha citato “prove di alta qualità” a sostegno dell’esercizio come parte del trattamento del fisioterapista per condizioni familiari come il mal di schiena, l’osteoartrite dell’anca e del ginocchio, e la fibromialgia. L’efficacia degli oppioidi per la gestione del dolore a lungo termine è inconcludente in molti casi.

Inoltre, la terapia fisica è stata trovata efficace quanto la chirurgia per condizioni che includono, strappi meniscali e osteoartrite del ginocchio, e stenosi spinale lombare. Inoltre, non ci si deve preoccupare degli effetti collaterali, del rischio di infezione, ecc. che sono associati alla chirurgia.

Infine, uno studio di Health Services Research del 2015 ha trovato che il costo medio delle cure è stato dimostrato essere di 4.793 dollari in più se un paziente ha avuto una risonanza magnetica prima di vedere un fisioterapista prima. Lo studio mostra anche l’aumento dell’uso di altri servizi come ulteriori immagini diagnostiche e farmaci quando la risonanza magnetica è fatta prima della terapia fisica.

3. Il tuo fisioterapista e il tuo chirurgo ortopedico hanno una precisione diagnostica equivalente.

L’accuratezza diagnostica clinica dei fisioterapisti e dei chirurghi ortopedici su pazienti con lesioni muscoloscheletriche è statisticamente la stessa. Entrambi i tipi di fornitori avevano un’accuratezza significativamente maggiore di quella dei fornitori non ortopedici. (Come dire, il doppio della precisione!)

4. Vedere il proprio PT per primo/accesso diretto può portare a una maggiore soddisfazione e a risultati migliori per i pazienti.

Si pensa in genere che i pazienti siano più propensi ad attenersi a un piano quando è raccomandato dal medico perché si fidano della competenza del loro medico. Tuttavia, la ricerca dimostra che non è così. Uno studio del 2014 suggerisce che i pazienti che hanno ricevuto la terapia fisica attraverso l’accesso diretto, cioè direttamente dal loro PT (rispetto al rinvio del medico) hanno avuto un più alto livello di soddisfazione e migliori risultati alla dimissione. Questo studio ha anche evidenziato una diminuzione dei costi nel gruppo ad accesso diretto rispetto al gruppo di riferimento, che può essere probabilmente attribuito alla diminuzione della diagnostica per immagini, al minor numero di visite e alla minore prescrizione di farmaci. Percepite già un tema?

RICAPITOLIAMO.

Whew. Ho ragione?! Riassumiamo con un piccolo riepilogo dei maggiori benefici dell’accesso diretto, o il vostro diritto di accedere direttamente ai servizi di fisioterapia senza un riferimento medico o una prescrizione.

  1. Accesso più rapido alle cure di cui avete bisogno. I nostri pazienti sono visti entro due o tre giorni dopo aver fissato un appuntamento, mentre ci vogliono in media 24 giorni per vedere il vostro medico di base o il chirurgo ortopedico.
  2. Meno costi associati e minore necessità di servizi sanitari aggiuntivi. La giusta terapia fisica entro 14 giorni dall’inizio del dolore lombare minimizza il costo episodico totale medio delle cure del 50%. Questi costi vengono risparmiati evitando la chirurgia, la diagnostica per immagini e la prescrizione di farmaci.
  3. Risultati migliori e maggiore soddisfazione. I pazienti che hanno ricevuto la terapia fisica attraverso l’accesso diretto (rispetto al rinvio del medico) hanno avuto un più alto livello di soddisfazione per le loro cure e migliori risultati alla dimissione.

Alla fine della giornata, non stiamo affatto raccomandando di evitare del tutto il vostro medico di base. Ma, nei casi in cui sapete che la terapia fisica è ciò di cui avete bisogno, non è meglio andare direttamente alla fonte e iniziare subito il recupero? In questo modo, sarete pronti a prendere una decisione informata sulla scelta migliore per voi.

Pronto a fissare un appuntamento? Domande? Contattateci qui.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.