Academy

Nel 2017, Facebook ha riferito che il 70% dei millennial è influenzato negli acquisti per le vacanze da Facebook e/o Instagram. È una buona ragione per iniziare a fare marketing verso i millennial?

Non sarai solo là fuori. Molte aziende vogliono ottenere una fetta dei 200 miliardi di dollari che i millennial hanno a disposizione.

Per fare in modo che la tua azienda si distingua e ottenere una fetta della torta, i tuoi annunci devono parlare alle caratteristiche e ai bisogni specifici dei millennial.

Qui sfateremo i miti che affliggono i millennial, esamineremo cinque caratteristiche centrali che li definiscono, e metteremo in evidenza i modi per commercializzare i millennial.

Conosciuti come la “me generation”, i millennial sono stati erroneamente etichettati come pigri, capricciosi e privi di lealtà e soddisfazione sul lavoro.

Ma nonostante tutte le lamentele che ricevono, non si può negare il potere che esercitano.

Il loro numero è cresciuto fino a ben oltre 76 milioni nei soli Stati Uniti. Sono la generazione più grande e più influente fino ad oggi e hanno il maggior potere d’acquisto rispetto a qualsiasi altra generazione.

Come risultato, i millennial sono costantemente bombardati da pubblicità e contenuti.

I millennial sono concentrati sul risparmio

Nonostante il loro potere d’acquisto – un misto di reddito e debito crescente – i millennial guadagnano il 20% in meno rispetto ai loro genitori a questo punto della loro vita. Lo stipendio medio di una persona tra i 25 e i 34 anni è di circa 40.000 dollari rispetto a quanto guadagnavano i loro genitori alla stessa età.

Market to millennials

Market to millennials

Oltre a guadagnare meno, i millennials possiedono anche meno proprietà rispetto ai loro genitori. L’affitto è più comune dell’acquisto di una casa e i servizi di auto sono più popolari dell’acquisto di un’auto.

Per combattere il loro reddito più basso, più millennials si concentrano sulla costruzione dei loro risparmi. Infatti, “un millennial su sei ha già risparmiato 100.000 dollari”. I millennial hanno ancora del lavoro da fare per stabilire un comodo cuscino di risparmio, ma questa è un’indicazione che risparmiare e spendere saggiamente è importante per loro.

Come marketer, hai più probabilità di trovare successo e convertire più contatti quando i tuoi annunci parlano al desiderio dei millennial di risparmiare. Gli annunci che evocano sentimenti di sicurezza finanziaria, responsabilità e fiducia in se stessi hanno molte probabilità di fare meglio con i millennial, poiché molti di loro non sono interessati ad accumulare cose per il gusto di farlo. Hanno un obiettivo a lungo termine in mente e spendono saggiamente per assicurarsi di raggiungere quell’obiettivo.

Come fare marketing per i millennials

Acorns è un’app di investimento che arrotonda gli spiccioli e il denaro extra e li investe automaticamente per gli utenti. Considerando che il 66% delle persone tra i 18-29 anni e il 65% delle persone tra i 30-39 anni trova che investire sia intimidatorio, un’app come Acorns elimina le congetture sugli investimenti e semplifica il processo.

Market to millennials

Market to millennials

Questo post su Instagram incoraggia gli utenti a continuare a investire. Proprio come il risparmio, gli investimenti richiedono un impegno a lungo termine per vedere un guadagno a lungo termine. Questo tipo di messaggio parla ai bisogni dei clienti millennial che sono proattivi e vogliono pianificare adeguatamente il futuro.

Proprio come Acorns, parla ai punti di dolore specifici e alle frustrazioni dei tuoi clienti per ottenere la loro attenzione e poi mostra loro come risolvi il problema meglio di chiunque altro.

I millennial leggono i blog prima di comprare

Con l’accesso alle informazioni più disponibile che mai, le persone hanno più modi per ricercare ed educarsi sui prodotti a cui sono interessati prima di comprare. Infatti, il 23% dei millennial dice che gli piace fare ricerche prima di comprare qualcosa. Parte del motivo per cui i millennial dedicano tempo alla ricerca è dovuto alla quantità di tempo che trascorrono online. Quasi l’80% dei millennial usa il telefono per cercare i prezzi, mentre il 68,9% usa il telefono per leggere le recensioni.

Oltre a questo, il 33% dei millennial preferisce leggere i post dei blog prima di comprare contro meno del 3% che preferisce le forme tradizionali di pubblicità – come TV e riviste.

“I millennial, nel complesso, non sono acquirenti d’impulso. A loro piace ricercare, vogliono sentirsi sicuri che il rivenditore e il marchio siano in linea con i loro valori, e vogliono essere sicuri di ottenere il miglior prezzo per un articolo, quindi sfruttano molti canali per trovare queste informazioni.”

Marketing per i millennial

Marketing per i millennial

Per attirare più persone sul tuo sito web in modo che possano imparare di più sul tuo prodotto e ottenere approfondimenti, sii creativo con le landing page che usi per fare marketing per i millennial. Le landing page che convertono di più hanno molte immagini, sono informative e coinvolgenti. I post dei blog hanno il potenziale per fungere da landing page, a patto che le informazioni siano rilevanti e relative al contenuto dell’annuncio.

Come fare marketing per i millennial

Il sessantasette per cento dei millennial occupati vuole lasciare il proprio lavoro per diventare lavoratore autonomo – non perché manchi loro la lealtà ma perché vogliono far crescere la loro ricchezza. 17hats è uno strumento progettato per aiutare le piccole imprese a gestire le loro operazioni in modo più efficiente. Dalla generazione di lead alla gestione dei progetti, 17hats ha una gamma di caratteristiche disponibili per gli utenti.
Market to millennials

Market to millennials

Questo post su Facebook delinea rapidamente alcune delle caratteristiche disponibili per gli utenti. I lead interessati vorranno saperne di più su ogni caratteristica per determinare se la piattaforma soddisferà o meno le loro esigenze. Collegare contenuti come questo a contenuti specifici del blog aiuterà i clienti millennial a fare ricerche approfondite sulla piattaforma prima di iscriversi.

Utilizzare una CTA come “Learn More” per collegarsi a contenuti sul tuo blog. Questo riconosce che il vostro pubblico è nella fase di considerazione del customer journey e ha bisogno di saperne di più su ciò che avete da offrire prima di acquistare. E’ meno pressante di una CTA “Acquista ora”, perché se i lead non sono pronti ad acquistare, possono scegliere di non cliccare il pulsante.

I millennial guardano alla loro rete per le raccomandazioni

Un sorprendente 91% dei millennial acquista sulla base delle raccomandazioni degli amici. Mentre scorrono il loro News Feed di Facebook, le persone sono bombardate da annunci e contenuti promozionali. La maggior parte delle persone scorrono oltre e non leggono – e tanto meno cliccano – il contenuto. Ciò che spinge i millennial a smettere di scorrere è la vista di contenuti interessanti dalla loro rete di amici e familiari. Per esempio, se qualcuno vede un amico usare un nuovo gadget o provare un nuovo ristorante, è più probabile che smetta di scorrere per saperne di più.

Market per i millennial

Market per i millennial

Ottieni gli utenti a fermarsi e leggere i tuoi contenuti incorporando il referral marketing nei tuoi contenuti sui social media. I millennial hanno maggiori probabilità di essere ricettivi a questo rispetto agli annunci standard di Facebook.

Inizia a capire chi sono i tuoi clienti sostenitori. Questi sono i clienti che hanno usato il tuo prodotto e sulla base della loro esperienza positiva sono più propensi a riferire il tuo prodotto ad altre persone. Puoi anche usare il referral marketing che si rivolge agli influencer che sono disposti a condividere le offerte speciali con la loro rete di amici e familiari.

Come fare marketing per i millennials

Life Fitness Gym è un fornitore di attrezzature da palestra per strutture autorizzate e palestre a domicilio. Il loro obiettivo è quello di fornire attrezzature innovative e all’avanguardia per aiutare i clienti a condurre una vita attiva e sana.

Questo annuncio su Facebook offre ai sostenitori dei clienti una carta regalo di 50 dollari per Karma Athletics – un’azienda di abbigliamento attivo per il fitness – quando presentano un amico. Questo annuncio fa alcune cose bene:

  • Offre una ricompensa che i clienti troveranno utile. È probabile che, se si stanno allenando, hanno bisogno di abiti da lavoro.
  • Life Fitness Gym è partner di un’altra azienda di fitness.
  • Utilizza la “possibilità di vincere” come incentivo per aumentare l’acquisizione di clienti. Non offre un incentivo per ogni sostenitore, ma piuttosto crea un senso di urgenza che porta naturalmente le persone a riferire e i nuovi clienti a salire a bordo.

Marketing ai millennials

Marketing ai millennials

Utilizza tattiche come queste per fare marketing ai tuoi clienti millennials. Scopri quali altre marche segue il tuo pubblico e collabora con diverse marche per aumentare l’interesse nella tua offerta. Considera di offrire un referral che ricompensi sia il sostenitore che il cliente riferito. In questo modo, entrambe le parti hanno qualcosa da guadagnare facendo affari con voi.

La ricerca mostra che i referral hanno 4 volte più probabilità di generare vendite, quindi considerate attentamente quale tipo di offerta è più rilevante per il vostro pubblico. Per esempio, uno sconto, un sistema di punti, una carta regalo o qualcos’altro avrà il maggior impatto e convertirà più clienti millennial?

I millennial sono preoccupati per la salute e le questioni ambientali

Le vendite di alimenti biologici sono in aumento con “il mercato degli alimenti per la salute e il benessere che dovrebbe crescere a circa 1,1 trilioni di dollari entro il 2019”. Con una maggiore spinta da parte dei consumatori a sapere di più su ciò che va nei loro cibi, le aziende stanno rispondendo offrendo soluzioni più sane.

Ricorda che ai millennial piace fare ricerche, quindi stanno passando più tempo online a ricercare i benefici dei cibi naturali e biologici e l’impatto della produzione e della consegna sull’ambiente prima di acquistare.

Per far apparire i tuoi contenuti in cima alle pagine dei risultati dei motori di ricerca, usa gli annunci di Google che si concentrano sulle parole chiave che i millennial stanno cercando.

Come fare marketing ai millennial

Whole Foods Market è una catena nazionale di supermercati che offre ai clienti una vasta selezione di prodotti naturali e biologici. Utilizzano annunci su Google che si rivolgono ai tipi di informazioni che sono più importanti per i millennial attenti alla salute.

Per esempio, frasi come “cibi biologici”, “prodotti vegani” e “paleo” sono ricercate migliaia di volte al mese.

Marketing ai millennials

Marketing ai millennials

Per ricercare il tuo pubblico e i tipi di parole chiave che cercano, crea un account Google Ads. Una volta sulla dashboard, clicca su “Keyword Planner” nel menu degli strumenti nella parte superiore della pagina:

Market to millennials

Market to millennials

Da qui, hai due opzioni. Puoi trovare nuove parole chiave basate su ciò che pensi che il tuo pubblico stia cercando, oppure puoi confrontare diverse parole chiave e ottenere i volumi mensili e le previsioni per ciascuna di esse.

Market to millennials

Market to millennials

Se vuoi ricercare prima le parole chiave, allora clicca su “Find new keywords” e inserisci la tua lista per iniziare:

Market to millennials

Market to millennials

Utilizza il rapporto risultante per vedere come le parole chiave che hai scelto – e quelle correlate – performano ogni mese. Considera questi dati mentre pensi al copy e alle CTA che userai per indirizzare il tuo pubblico di millennial.

Marketing per i millennial

Marketing per i millennial

Marketing valorizza le esperienze rispetto ai prodotti fisici

A differenza dei loro genitori prima di loro, il 49% dei millennial considera lo shopping più un’attività sociale che una commissione. I millennial che fanno acquisti online sono interessati all’esperienza dell’utente più che all’acquisto di prodotti, e i millennial che fanno acquisti nei negozi amano curiosare nei negozi, pranzare e passare del tempo con gli amici.

Gli aspetti sociali e coinvolgenti dello shopping fanno sì che “il 78% dei millennial preferisca spendere i propri soldi in esperienze piuttosto che in beni ambiti”. Per soddisfare questa preferenza, puoi posizionare i tuoi annunci e i contenuti dei social media per concentrarti di più sull’esperienza di utilizzo dei tuoi prodotti rispetto ai prodotti stessi.

Come fare marketing per i millennials

Fitbit è una popolare marca di tecnologia indossabile. Con esso, gli utenti possono tracciare i loro passi al giorno, la frequenza cardiaca, il peso e anche i modelli di sonno. La loro linea di prodotti si è espansa dai fitness tracker per includere anche smartwatch, un’app per il fitness e altro ancora. Piuttosto che cercare di vendere solo nuovi clienti sui benefici dell’uso dei loro prodotti, Fitbit gestisce campagne di social media che si concentrano sul fitness. Ricorderai che i millennial sono attenti alla salute, quindi questo tipo di contenuto attirerà la loro attenzione.

Marketing ai millennial

Marketing ai millennial

Utilizza l’approccio di Fitbit per creare campagne – come quella del Goal Day – a cui i clienti possono partecipare. L’obiettivo è quello di:

  • Creare esperienze a cui i millennial vorranno partecipare.
  • Creare anche un senso di FOMO (la paura di perdersi).
  • Incorporare la prova sociale.

Questo approccio funziona per te in due modi:

  • Crea esperienze che sono così rilevanti per il tuo pubblico che si sentono obbligati a partecipare.
  • Mostra che altre persone nella campagna stanno avendo un’esperienza positiva.

Per quest’ultima parte, Fitbit include contenuti generati dagli utenti nelle sue campagne esperienziali:

Mercato ai millennials

Mercato ai millennials

Mercato ai millennials

Mercato ai millennials

Nota come il branding di Fitbit è chiaro e coerente nelle diverse campagne? Fate la stessa cosa in modo che i clienti abbiano familiarità con voi e i vostri prodotti. In questo modo, quando saranno pronti a comprare qualcosa, verranno prima da te perché si ricorderanno di te e dell’esperienza che hanno avuto durante le tue campagne.

Iniziare il marketing per i millennial, ora!

Il primo passo nel marketing per i millennial è quello di conoscere il tuo target specifico.

Ci sono milioni di millennial per cui scegliere su quale segmento ti vuoi concentrare e conoscere i loro bisogni e aspettative.

Una volta che hai più intuizioni, puoi adattare i tuoi annunci e contenuti.

Scegli le due o tre caratteristiche principali del segmento che hai scelto e inizia a creare contenuti abbastanza coinvolgenti da convincere i millennial che possono fidarsi di te.

Crea una strategia di annunci diversificata, possibilmente utilizzando più di una piattaforma.

Si tratta di una strategia di marketing che non ha nulla a che vedere con il tuo segmento.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.