9 tipi di blog post che sono provati per aumentare il traffico 70

tipi di blog post

Tu lavori duramente su ogni blog post.

Parola per parola, linea per linea per rendere i tuoi blog post perfetti. Alleghi anche immagini condivisibili, li spezzi in paragrafi digeribili, e fai il miglior processo di outreach marketing che puoi fare. Ma ancora, a volte non portano il traffico, le condivisioni e i contatti che speravi.

E’ semplicemente perché al tuo pubblico non piacciono i post che stai pubblicando.

La soluzione a questo problema è anche semplice: basta pubblicare il contenuto che il tuo pubblico vuole. Hai bisogno di qualcosa che non solo può farti risparmiare tempo, ma può anche garantire risultati.

È il momento di identificare i tipi di post del blog che ti daranno risultati. Il contenuto che ha dato ai tuoi concorrenti un vantaggio su di te. Il contenuto che ha reso una persona comune un enorme influencer nella tua nicchia.

Esploriamo questi tipi vincenti di post sul blog che i grandi influencer del marketing stanno facendo a pezzi in questo momento e che li hanno aiutati ad avere un enorme seguito e a far crescere i loro affari.

Scarica il grafico

Ottieni il tuo download ora

Inoltre, iscriviti alla nostra mailing list per rimanere aggiornato.

Successo! Il tuo download dovrebbe iniziare a breve. Oppure puoi scaricarlo manualmente qui.

Ottieni ora il tuo foglio di lavoro gratuito

Pubblica lunghi post a lista per ottenere più backlink

Nessuna discussione. I post a lista sono i migliori. E no, non sto parlando solo di post di lista; sto parlando di post di lista LUNGA.

Questi sono quelli che:

  • Attraggono l’attenzione del pubblico con il loro numero oscuro.
  • Mostrano la tua competenza.
  • Sono immensamente fattibili per il tuo pubblico mentre leggono il tuo contenuto.
  • Sono super informativi.
  • Sono facili da leggere e da scansionare per i grandi takeaway.

Per non parlare del fatto che i post di lista sopraffanno i tuoi lettori. Un sacco di gente potrebbe aver bisogno di leggere questi post un paio di volte solo per imparare tutte le informazioni che avete da fornire. In effetti, c’è un enorme mercato di applicazioni read-it-later come Pocket e Instapaper a causa di post lunghi come questi.

Senza alcuna esitazione, ammetto che visito ancora la lista di Jon Morrow di 317 parole potenti. Sono così noioso. 😉

Copyblogger – uno dei blog di content marketing più influenti – ha così tanti post di liste tra i suoi post più popolari. E continuano a pubblicarli regolarmente.

tipi di post del blog

Ecco un titolo di Copyblogger. Date un’occhiata a quante condivisioni sta raccogliendo questo lungo post.

Guardate Brian Dean, fondatore di Backlinko, che ha attirato un sacco di occhi con il suo 9° post chiamato 200 fattori di posizionamento nei motori di ricerca. E secondo Brian, questo post gli porta ancora 10.000-15.000 visitatori al mese, anche mesi dopo la sua pubblicazione iniziale. Per non parlare del fatto che il post è al secondo posto per il termine “fattore di ranking”, che è destinato a mantenere il traffico in entrata.

tipi di post per blog

Ecco come scrivere un post con una lunga lista:

  • Trova la tua grande idea.
  • Scrivi quanti più punti puoi.
  • Raffina la tua lista ai punti più importanti.
  • Scrivi un titolo emozionale che coinvolga il numero (di solito i numeri dispari sono i migliori).
  • Fai in modo che sia un po’ più lungo di qualsiasi altro post che hai visto sulla tua idea.
  • Includete un sacco di immagini e pulsanti Click To Tweet per invogliare le condivisioni sociali.
  • Includete dei takeaway bonus in un aggiornamento del contenuto per trasformare il vostro traffico in abbonati.

Ma, mentre fate questo, assicuratevi di non diluire la sua qualità. Per esempio, Jimmy Daly, editore di Vero Blog, ha compilato una lista enorme di 500 consigli per questo post. Ma, ha preferito la qualità alla quantità e ha raffinato la lista a 20. E i risultati?

Quel post ha ottenuto più di 300 link e più di 2.500 condivisioni in meno di 30 giorni.

Consiglio professionale: Considera i raggruppamenti nei tuoi post di lista con sottotitoli appropriati. Rende i tuoi lettori curiosi per continuare a leggere.

Scrivi post basati sulla ricerca e sui dati per far crescere il tuo traffico

Vuoi posizionarti come un esperto? La ricerca può stabilirti come un’autorità.

Peep Laja, fondatore di ConversionXL, è uno dei migliori CRO (Conversion Rate Optimizer) là fuori. Sapete perché?

Il ragazzo si è posizionato come un esperto con prove e contenuti supportati da dati. Così invece di dire “i siti web semplici sono migliori”, include prove e dice:

In uno studio di Google nell’agosto del 2012, i ricercatori hanno scoperto che non solo gli utenti giudicano i siti web come belli o meno entro 1/50 – 1/20 di secondo, ma anche che i siti web “visivamente complessi” sono costantemente valutati come meno belli delle loro controparti più semplici.

Ecco un altro esempio; guardate l’immagine qui sotto:

tipi di post per blog

Sembra familiare, vero? In effetti, lo è. Perché Buzzsumo ha scritto un grande post di ricerca su OkDork. E, dopo questo, è diventato virale. Ancora più importante, ha ricevuto 2.228 link. Questo è una specie di grande affare.

tipi di post sul blog

So che stai pensando che questo tipo di ricerca richiederebbe mesi per essere condotta.

Guarda, non ti ho detto che il tuo deve essere enorme come quell’esempio. Invece, può essere il risultato di un semplice test. Ecco un esempio:

Alex, il fondatore di Groove, ha scritto un post per il blog di Buffer. In questo post, ha condiviso un risultato di un semplice test: il potere della storia nel tuo blog. E questo semplice test ha ottenuto 10.000 condivisioni dai social media. O come dice Alex nelle sue parole:

In un’ora dalla pubblicazione del post, abbiamo avuto 1.000 nuovi visitatori unici. Questo si è presto trasformato in 5.000, e poi 10.000, e in breve tempo, 20.000.

Per non parlare del fatto che CoSchedule ha anche scritto un post per OkDork condividendo il loro rapporto sui titoli. Quel post era uno dei tanti che hanno scritto per capire gli interessi del loro pubblico nello scrivere titoli migliori. Dopo che questo ha avuto super successo, hanno riproposto gli stessi dati per costruire il loro Headline Analyzer Studio, che ora ha contribuito con 292.995 pageviews e 16.191 nuovi iscritti all’email. Complimenti 🙂

Come si fa a scrivere post di blog basati sulla ricerca e sui dati?

  • Trova una grande idea utile su qualcosa che non viene mai trattata. Oppure puoi seguire il consiglio di Brian Dean e applicare la tecnica del grattacielo al tuo contenuto per superare chiunque altro abbia già pubblicato qualcosa di simile.
  • Determina come raccoglierai i dati di cui hai bisogno nel tuo post per renderlo fattuale e super actionable.
  • Mostra perché è importante per il tuo pubblico.
  • Aggiungi immagini, grafici e tabelle rilevanti per dimostrare i tuoi punti.
  • Aggiungi il tuo punto di vista ad ogni punto della ricerca. Questo è di solito dove si può includere una guida d’azione.
  • Conduci il tuo post ad una forte chiamata all’azione.

3. Condividi il tuo successo per trasformare il traffico in profitto

C’è una tendenza in questi giorni.

Le persone stanno pubblicando post che condividono il loro successo. E naturalmente, questi post diventano virali entro poche settimane dalla pubblicazione. Voglio dire, chi non vorrebbe leggere:

Come abbiamo ottenuto 37 milioni di visite in 3 giorni

La gente impazzisce quando vede post come questi. Un’altra ragione per cui i post di condivisione del successo funzionano è perché, come i casi di studio, hanno anche una storia con cui il loro pubblico può relazionarsi, e seguono un approccio passo dopo passo per risolvere il problema.

Ecco un esempio interessante…

Alex, fondatore di Groove, sapeva che questi tipi di post sul blog stavano diventando alcuni dei loro successi. Ma come molti altri, non aveva una storia da condividere con il suo pubblico. E come Alex stesso ha detto con le sue parole:

Non avevamo dieci consigli per costruire un business di successo o una guida per fare milioni; perché non avevamo ancora vissuto quelle storie.

…ma non si è arreso. Ha notato il divario e ha iniziato a condividere il suo viaggio in corso verso i 100.000 dollari di entrate mensili.

Dopo di che, il blog è decollato. È diventato uno dei blog da leggere per le startup.

tipi di post del blog

E non si è fermato lì: il blog lo ha aiutato ad ottenere l’approvazione di grandi influencer come Hiten Shah e Andrew Warner.

E ora le entrate mensili dell’azienda sono di 186.000 dollari.

Da prendere in considerazione: Quando si tratta di marketing, non c’è niente come una regola. Prova a infrangere ogni regola e crea la tua.

Fai questo da solo:

  • Brainstorm come stai risolvendo alcune delle tue più grandi sfide.
  • Collega i punti tra le tue sfide e i problemi che il tuo pubblico affronta ogni giorno.
  • Scrivi un post aperto, onesto e trasparente su come stai superando quella sfida per raggiungere i tuoi obiettivi.
  • Se quel post ha successo, considera di fare quello che ha fatto Groove e dedica un intero blog ai post su quegli argomenti.

Condividi nuovi metodi per coniare nuovi termini e distinguerti nei risultati di ricerca

Il tuo pubblico è sempre alla ricerca di nuovi modi per risolvere i loro problemi. Non vogliono seguire la stessa pista perché non gli sta dando più successo.

Hai bisogno di dare loro qualcosa di nuovo che possa risolvere il loro problema-un metodo che sta funzionando per te, ha già risolto il tuo problema, e qualcosa di diverso che nessuno ha coperto prima.

A differenza dei post di condivisione del successo, questi tipi di post sul blog aiuteranno il tuo pubblico a risolvere un problema con il tuo nuovo approccio. Quindi sì, fanno miracoli se fatti bene.

Guardate il Quant based marketing di Noah Kagan come esempio. Era un concetto nuovo per le startup perché prima c’era solo il “marketing basato sulla speranza”. Quindi, ha fatto risaltare il suo post. Dopo di che, Noah ha scritto molti post che spiegano il concetto più profondamente.

E, chi può dimenticare la tecnica del grattacielo di Brain Dean – era l’unica tecnica che ti garantiva risultati. Senza dubbio, è per questo che questo post è il più popolare di tutto il suo sito.

I nuovi tipi di metodo dirian Dean nei post del blog

Inoltre, prima del 2010, “Growth Hacker” non era nemmeno un termine, ma dopo che Sean Ellis l’ha coniato in uno dei suoi post sul blog con l’aiuto di Hiten Shah e Patrick Vlaskovits, ora è una posizione altamente rispettabile. Dopo di che, Andrew Chen l’ha introdotto ad un pubblico molto più ampio, chiamando growth hacker il nuovo VP del marketing.

Questi tipi di post sul blog sono ottimi perché:

  • Ti fanno sembrare autorevole con idee innovative.
  • Hai la tua parola chiave che ti posizionerà al primo posto nei risultati di ricerca.
  • Tendono a diventare virali sui social media.

Come puoi scrivere un nuovo post di metodo?

  • Trova il tuo angolo unico che hai usato per risolvere un problema-come Bryan Harris ha trovato un nuovo modo per guidare il traffico usando il suo metodo del ragazzo poster.
  • Convertilo in una soluzione passo dopo passo.
  • Nominalo in qualcosa che descriva ciò che è, ma che nessuno ha usato prima. Pensa alle metafore.
  • Dì ai tuoi lettori perché è importante per loro.
  • Condividi la tua soluzione unica con un influencer che può aiutarti a promuoverla.

Includere infografiche nei tuoi post per ottenere più condivisioni

Le infografiche ottengono più condivisioni sociali di qualsiasi tipo di post del blog. Non solo ottengono traffico, ma portano anche un sacco di link in entrata. Infatti, KISSmetrics ha ottenuto 41.142 link da 3.741 domini unici pubblicando 47 infografiche in un anno. Forte, vero?

Incontra Mike.

tipi di post sul blog

Mike gestisce un’agenzia SEO di New York. Uno dei suoi clienti, FCE pest control, voleva più traffico. Così, si sono rivolti a Mike. Ma c’era un problema: la disinfestazione.

Voglio dire, quanto è noiosa questa nicchia? E chi leggerà un blog di disinfestazione? Ma Mike non si è arreso. Invece, si è rimboccato le maniche e ha fatto un’affascinante infografica. E i risultati parlano da soli…

tipi di post del blog

Quell’infografica ha ottenuto 1.117 condivisioni sociali, 12 backlink e il 15% di traffico in più in due settimane!

Così ti piace l’infografica, ma non hai un budget per assumere un designer?

Non preoccuparti, puoi farlo da solo usando strumenti come Canva, Easel.ly, e Infogr.am.

Lettura consigliata: How To Design The Best Blog Graphics With Free Tools And Design Theory

Per massimizzare le tue condivisioni sociali e il traffico, assicurati di seguire questi consigli:

  • Ricorda il messaggio principale che stai comunicando quando scegli la tipografia, i colori e il layout.
  • Proprio come un buon post di un blog inizia con una scaletta, pianifica ciò che vuoi visualizzare nella tua infografica per fornire informazioni fattuali e utilizzabili.
  • Trova le grandi idee nella tua infografica, e cerca di capire come attirare l’attenzione su elementi specifici. Rimuovi il disordine per fornire il focus.
  • Pratica i cinque fondamenti del buon design: coerenza, ripetizione, allineamento, gerarchia e vicinanza.
  • Mandala via e-mail agli influencer della tua nicchia, e distribuiscila a siti di infografiche come Visual.ly.

Suggerimento professionale: Aggiungi un box “embed this infographic on your site” sotto la tua infografica. Senza dubbio, è uno dei modi migliori per promuovere la tua infografica e ottenere una manciata di link di alta qualità. Puoi usare questo generatore di codice embed per farlo molto velocemente.

Raccogli i consigli degli esperti per i post Round-Up per rubare il loro pubblico

Quando stavo iniziando, ricevevo sempre lo stesso consiglio:

Intervista un grande nome nella tua nicchia. Ti darà un sacco di visitatori e abbonati.

Ma, sai cosa, nessun influencer voleva intervistarmi. Perché non ero nessuno per loro. Non ne ricavavano alcun valore.

Eppure, c’è anche un’altra cosa che ti dà esposizione come le interviste: Si chiamano post di round-up per esperti.

E la parte migliore? Un sacco di influencer vogliono partecipare perché vogliono anche vedere il loro nome accanto ad altri esperti. E così, fare post di round-up di esperti è più facile di un’intervista.

Infatti, può darti molti più visitatori rispetto a un’intervista. Perché? Perché in questi post c’è un gran numero di influencer coinvolti, e quindi, c’è anche un gran numero di pubblico coinvolto.

Pubblicare post di round-up di esperti vi dà enormi vittorie come questa:

tipi di post per blog

Basta guardare le condivisioni sui social!

E se vuoi spingerti oltre, devi fare qualche sforzo in più e convertirlo in una carrellata mostruosa come quella pubblicata dal team di Ahrefs.

Come fare questi tipi di post per blog, ti chiedi?

  • Trova la parola chiave attorno alla quale vuoi pubblicare il tuo post. Questa idea deve essere interessante sia per il pubblico del tuo blog che per i tuoi esperti.
  • Fai la tua lista di esperti. Se vuoi presentare 30 esperti, fai una lista di 60 esperti. Puoi trovare queste persone cercando la tua parola chiave e leggendo i post che altri influencer hanno già pubblicato su argomenti correlati.
  • Inizia ad avvicinarli uno per uno, dal meno al più popolare. Una volta che hai un paio di grandi nomi impegnati, puoi fare il loro nome per invogliare altri esperti a partecipare.
  • Una volta che ricevi la risposta di un esperto, raffina la lista.
  • Pubblica il tuo post e chiedi agli esperti di condividerlo con il loro pubblico.
Lettura consigliata: 9 Modi per recuperare le tue idee di contenuto innovativo dai vecchi post

Promuovi i guest post per costruire la tua lista di e-mail

Quando stai iniziando un blog, non hai connessioni, non hai seguaci e non hai abbonati. Quindi, potresti non avere molti visitatori per i tuoi post sul blog.

E posso sentire il dolore perché anche io sto soffrendo di questo. Ma, questo è il momento in cui non dovresti scrivere sul tuo blog e invece pubblicare per gli altri. I blog affermati hanno il loro pubblico, e tu devi solo promuovere il tuo blog davanti a loro. Infatti, questo è il motivo per cui sto scrivendo per il blog di CoSchedule!

In effetti, Buffer ha costruito il suo impero di 100.000 iscritti pubblicando 150 guest post (so che è enorme) in nove mesi. Inoltre, guarda Jon Morrow, fondatore di Boost Blog Traffic. Ha costruito una lista d’attesa di 12.500 clienti anche prima di scrivere un solo post sul proprio blog.

Anche alcuni marketer intelligenti come Neil Patel pubblicano due guest post a settimana dopo aver avuto una massiccia lista di clienti – e questo non è solo per il pubblico, ma lo fa anche per sembrare autorevole.

E la lista è innumerevole. I guest post hanno un sacco di potenziale e possono essere una pietra miliare nella costruzione del pubblico del tuo blog.

Scrivere un guest post è una cosa importante, giusto? Quindi ecco come puoi scrivere un guest post con successo:

  • Identifica il blog su cui scrivere un guest post che sia adatto a ciò di cui vuoi parlare in generale e di cui il loro pubblico si interessa veramente.
  • Ricerca tutti i post che sono popolari su quel sito.
  • Trova la tua idea principale intorno ai post popolari su quel sito.
  • Presenta le tue tre migliori idee e scrivi anche un piccolo riassunto del perché avranno successo.
  • Se la tua idea viene accettata, inizia a scrivere il tuo post, altrimenti sciacqua e ripeti il processo.
  • Scrivi il tuo post usando lo stile di scrittura che il blog preferisce.
  • Crea un bonus e una landing page per il pubblico del blog per attirarlo sul tuo sito e convertirlo in abbonati.
  • Infine, lascia il link nella tua byline di autore.

Lettura consigliata:

  • Come proporre a freddo la tua prossima opportunità di guest blogging
  • 25 lezioni di guest blogging per i migliori blog del mondo

8. Coprire casi di studio nella tua nicchia per costruire la tua credibilità

Come lettore, amo i casi di studio perché contengono una storia che posso raccontare. Contengono una persona che ha avuto il mio stesso problema. E mi fanno sentire come se fossi io quello per cui il post è scritto.

In effetti, i casi di studio funzionano così perché costruiscono la credibilità del marchio. Voglio dire, basta guardare il blog di LeadPages: ogni 2 o 3 post è un caso di studio. E, la cosa interessante è che hanno anche un link che puoi cliccare per essere inserito nel loro blog.

tipi di blog post

Monthly1k è il corso via email di Appsumo che presenta quattro casi di studio sulla loro landing page. Il corso aiuta i potenziali clienti di Appsumo a superare i loro problemi. E così, Appsumo li presenta sulla loro homepage per catturare più clienti.

Quindi, se mai ricevete un’email come questa:

tipi di post sul blog

Sfruttate al massimo! Crea un post mostruoso che copra tutta la storia come ha fatto Ramsay.

Segui questi consigli per scrivere un fantastico case study:

  • Ricerca case study dai migliori blog della tua nicchia.
  • Fai una lista di tutte le domande che i tuoi potenziali clienti stanno facendo.
  • Inizia il tuo post con il problema principale. Mostra il dolore familiare di cui soffre il tuo pubblico.
  • Racconta una storia usando persone reali ed esempi.
  • Spiega la soluzione passo dopo passo con problema, soluzione e risultato.
  • Aggiungi tutte le informazioni che puoi aggiungere.
  • Spruzza prove e immagini in tutto il tuo post.
Consiglio professionale: I casi di studio hanno una storia, seguono un approccio dettagliato passo dopo passo per risolvere il problema, e quindi, sono preziosi sia per il lettore che per lo scrittore. Questi sono in genere ottimi per la parte inferiore dell’imbuto di marketing per insegnare ai tuoi lettori perché dovrebbero diventare tuoi clienti.

Riporre, ripubblicare e reinventare vecchi post per ottenere ancora più traffico

Con il passare del tempo, ogni post diventa vecchio e non giova più al tuo blog come prima. Ma questo non è il risultato che volevi, giusto?

Vuoi usarli di nuovo, e vuoi ancora ottenere lo stesso beneficio che davano prima. È qui che entra in gioco il tuo blog Medium: puoi usarlo per ripubblicare il tuo post davanti a un pubblico nuovo di zecca. E questo ti dà una grande esposizione.

Guarda Unbounce che ha ottenuto 144 visualizzazioni extra ripubblicando un vecchio post su Medium. Allo stesso modo, Buffer ha costruito una pubblicazione su Medium dove ripropone regolarmente i suoi vecchi contenuti.

In effetti, Buffer non ha pubblicato alcun nuovo contenuto per un mese. Hanno solo aggiornato i vecchi contenuti riproponendoli su Medium, Slideshare, e il loro blog. E i risultati? Meno del 5% di calo del traffico. A parte questo, hanno aumentato i seguaci di LinkedIn, le visualizzazioni di Quora, le visualizzazioni dei video e i seguaci di Slideshare.

Suona piuttosto bene, vero?

Un altro modo per riutilizzare i vecchi contenuti è quello di ripubblicarli su Medium aggiungendo un aggiornamento dei contenuti in fondo come questo:

tipi di post del blog

Lettura consigliata: How To Use Content Syndication To Boost Your Subscribers In No Time

Ma cosa succede se hai appena iniziato, o se non hai nessun post da riproporre?

Ripropone il contenuto di qualcun altro. Seriamente, guarda questo:

Brian Dean ha trovato un sacco di post sui fattori di ranking che in realtà contengono solo 110-120 dei 200 fattori di ranking di Google. Così ha trovato la sua occasione d’oro per scrivere contenuti migliori di chiunque altro e alla fine ha pubblicato lui stesso un post completo sull’argomento coprendo ogni fattore.

E, come ricorda Brian stesso:

Quando ho visto che gli articoli che non elencavano nemmeno tutti i 200 fattori di ranking generavano link come questo, ho capito che avevo un’occasione d’oro seduta sulle mie gambe.

Ci sono voluti 10 galloni di caffè e 20 ore seduto davanti al mio portatile (non preoccupatevi, ho fatto delle pause bagno) …

…ma alla fine, avevo qualcosa che era chiaramente migliore di qualsiasi altra cosa là fuori.

E non dimentichiamo i risultati che ha ottenuto in seguito:

tipi di blog post

Le sole condivisioni su questo post ne provano il successo, anche se Brian ha anche ricevuto tonnellate di backlink per il suo duro lavoro.

Ecco come implementare questo tipo di blog post:

  • Trova un vecchio pezzo di contenuto che ha già lavorato bene. Forse ha ottenuto un sacco di pagine viste, condivisioni sociali, o commenti – decidete voi.
  • Ripubblicatelo su Medium, LinkedIn Publisher, Business2Community, o BizSugar – tutto dipende dalla vostra nicchia.
  • Se lo state ripubblicando su Medium, cercate di presentarlo ad una pubblicazione Medium che ha già costruito la sua reputazione.
  • Ripotizzate il vostro post in nuovi formati e pubblicatelo su YouTube, SlideShare, Quora, LinkedIn e Pinterest. Incorpora il tuo materiale bonus nel post originale del blog.
  • Non dimenticare di aggiungere più valore e renderlo più attraente visivamente.

Suggerimento bonus: What You Do After You Create Content Is What Truly Counts

Quello che fai dopo aver creato il contenuto è ciò che conta veramente @garyveeClick To Tweet

Gary Vaynerchuk ha detto questo sul content marketing. Senza dubbio, ogni parola è vera, perché il content marketing consiste nel raggiungere i tuoi clienti. Non puoi semplicemente aspettare che il tuo pubblico trovi i tuoi contenuti, devi metterli davanti ai loro occhi. Devi raggiungerli. E di gran lunga, il modo migliore per farlo è utilizzando questi metodi:

  1. Includere un bonus specifico per il post.
  2. Contattare tutte le persone menzionate nel tuo post attraverso l’outreach marketing.
  3. Farsi presentare in round-up settimanali di contenuti.
  4. Condividi il tuo post sui social media e con la tua email list.

Ora tocca a te

Ora voglio sentire da te…

Hai mai scritto un post sul blog che ti ha aperto le porte del traffico? Che tipo di post era?

Fammi sapere nella sezione commenti qui sotto.

E non dimenticare di prendere il tuo pacchetto marketing gratuito dal mio blog che contiene liste di controllo, guide e modelli di email per aiutarti a promuovere i tuoi post e ottenere più traffico e iscritti. Afferra il tuo bundle di marketing gratuito qui.

PS-Non perderti il tuo foglio di lavoro gratuito sui tipi di post per blog che aumentano il traffico in questo post per aiutarti a pubblicare contenuti ancora migliori!

28 ottobre 2015

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.