6 segni onesti che non sei pronto per una relazione … Ancora

Quando tutti intorno a te sembrano uscire e avere una relazione, potresti iniziare a chiederti: “Quando sarà il mio turno? Quando troverò l’amore?”

La società ci dà messaggi ogni giorno di ogni mese che dovremmo uscire con qualcuno entro una certa età, fare sesso entro una certa età, sposarci entro una certa data e avere anche dei figli a un certo punto. E se sei ancora single e non raggiungi queste pietre miliari socialmente costruite, allora la società dice che c’è qualcosa di sbagliato in te.

Ma c’è una ragione per cui non hai ancora trovato il vero amore in relazioni sane…

Chiediti questo: “Sono pronto per una relazione?”

Significa che dovresti essere pronto per una relazione solo perché “loro” dicono che dovresti averne una? Sei veramente pronto ad amare ed essere amato?

Sai cosa serve per avere una relazione sana e di successo? Meglio ancora, sai almeno cosa stai cercando in un potenziale partner che potrebbe portare ad una relazione duratura?

E’ probabile che tu abbia risposto “sì” a tutte queste domande. Ma probabilmente stai anche mettendo in discussione le tue relazioni attuali o passate, il che significa che potresti non essere pronto come pensi.

Quindi, se ti stai chiedendo: “Sono pronto per una relazione?”, ecco 6 segni onesti che non sei ancora pronto…

Non puoi definire cos’è una relazione sana.

Definire una relazione sana richiede più che guardare la relazione di qualcun altro e cercare di essere come loro. Richiede anche di impegnarsi a imparare di più su se stessi e sul bagaglio che si porta nella relazione.

Essere in una relazione senza definire ciò che è sano è un’impostazione per una relazione del tipo “tutto va bene”. Le persone che non riescono a definire una relazione sana amano dire cose come: “Seguiamo la corrente”, “Non mettiamo etichette su di noi”, o “Non voglio niente di troppo serio.”

Assicuriamoci che vi prendiate del tempo per esplorare veramente chi siete, perché avete certe convinzioni sulle relazioni, e come potete essere un partner migliore e selezionare meglio un partner.

Vi mancano uno scopo e una visione.

Molte relazioni sono senza uno scopo o una visione. Non sorprende che queste relazioni siano costituite anche da individui senza uno scopo e una visione.

Uno scopo è un senso del perché esistete e di ciò che vi sentite guidati o chiamati a realizzare nel vostro tempo sulla Terra. La tua visione è ciò che hai indicato come gli obiettivi che realizzerai in futuro.

Molte persone credono di mettere il carro davanti ai buoi e di entrare in una relazione per poi definire il loro scopo e la loro visione. Sfortunatamente, questo porta spesso a frequentare e investire in relazioni non soddisfacenti mentre si vive una vita non soddisfacente.

Stabilire prima il proprio scopo e la propria visione permette di stabilire una vita soddisfacente riducendo al minimo il numero di relazioni e persone non soddisfacenti nella propria vita. Prendetevi del tempo ed esplorate i vostri valori personali. Crea anche le tue dichiarazioni di scopo e di visione. Poi vivete di conseguenza.

Hai dei confini malsani nelle relazioni.

Ci sono 3 tipi principali di confini: rigidi, porosi e sani. I confini rigidi significano che è più probabile che evitiate l’intimità e le relazioni strette e potete essere descritti come emotivamente distaccati nella relazione.

Tenete gli altri a distanza. Nessun partner vorrà stare con te con questi confini.

Se hai confini porosi, hai difficoltà a dire “no” alle richieste del tuo partner, anche quando non vuoi. Inoltre, ti assumi eccessivamente la responsabilità per le sfide del tuo partner, sei dipendente dalla sua opinione su di te, e accetti abusi e mancanza di rispetto.

Scriviti alla nostra newsletter.

Iscriviti ora per ricevere gli articoli di tendenza di YourTango, i consigli dei migliori esperti e l’oroscopo personale direttamente nella tua casella di posta ogni mattina.

Un partner può rimanere nella relazione con te per ottenere il più possibile da te o può lasciarti perché si sente troppo svuotato emotivamente dal tuo bisogno.

E’ solo dopo che hai dei sani confini (cioè ti rifiuti di compromettere i tuoi valori per gli altri, accetti i “no” del tuo partner, e puoi comunicare i tuoi bisogni e desideri) che sei pronto ad avere una relazione.

Una relazione è la tua “ricetta” per la solitudine.

La solitudine è diventata sinonimo di “single” nella nostra cultura. E molte persone temono l’idea di essere single come se fosse una condanna a vita in prigione.

Ma la solitudine non è la stessa cosa di essere single. Molte persone sposate in consulenza spesso si lamentano di sentirsi sole, inascoltate, senza sostegno, “si sentono come un genitore single”, e “si sentono come dei coinquilini”.

La solitudine riguarda più il tuo rapporto con te stesso. Ami te stesso? Ti prendi cura dei tuoi bisogni? Hai un rapporto con Dio o un potere superiore in cui credi?

La solitudine, come una droga seria, offusca il tuo giudizio negli appuntamenti. Sacrifichi i tuoi valori e principi e trascuri i problemi di relazione per il bene di non essere solo. Risolvi la tua solitudine prima di essere coinvolto emotivamente con qualcuno.

Essere l’opzione di qualcuno è accettabile.

A meno che tu non sia in una relazione aperta o poliamorosa, essere un numero qualsiasi su una lista di partner è un segno di disperazione e di solito si traduce in una ferita.

In realtà, sei ancora per lo più single con un partner occasionale. In questa situazione, stai accettando che qualsiasi attenzione è meglio di nessuna attenzione, e qualsiasi mancanza di rispetto è meglio di nessuna mancanza di rispetto. Questa è una situazione di perdita-perdita. Anche se “vinci” e diventi “l’unico” con cui scelgono di stare, ora devi considerare se questa persona può impegnarsi solo con te.

Sei degno di essere l’unico partner di qualcuno. Meriti di essere amato, rispettato, apprezzato e sostenuto con tutto il cuore, inequivocabilmente e senza compromessi.

Tu non sei allenabile.

In una relazione, l’amore è uno sforzo reciproco. La regola d’oro dice che dovremmo fare agli altri ciò che vorremmo fosse fatto a noi. In teoria questa è una buona politica da tenere. Sfortunatamente, non tutti richiedono le stesse esigenze per sentirsi amati.

Secondo l’autore Gary Chapman, ci sono cinque lingue dell’amore: parole di affermazione, ricevere regali, atti di servizio, tempo di qualità e contatto fisico.

Secondo la regola d’oro, se il tuo linguaggio d’amore principale sono gli atti di servizio, dovresti scegliere di fornire al tuo partner atti di servizio perché è quello che vorresti in cambio. Ma se il loro linguaggio d’amore principale è in realtà parole di affermazione, allora non stanno ottenendo i loro bisogni soddisfatti come vorrebbero. Di conseguenza, la relazione potrebbe essere influenzata negativamente.

Amare il tuo partner nell’unico modo in cui tu vuoi amarlo farà male alla tua relazione, quindi devi essere allenabile in modo da poter avere una relazione sana.

Le relazioni sono complesse e richiedono molto di più di un “dicono” e “vediamo cosa succede”

Hai il tuo bagaglio che può complicare il tuo modo di vedere le relazioni e te stesso. I problemi con uno o più di questi punti sono più che altro indice di un deficit nel tuo rapporto con te stesso, che porterà inevitabilmente a deficit nei tuoi rapporti con gli altri.

Anche se questa non è una lista completa, questi sei punti sono un ottimo inizio per raggiungere la preparazione ad essere in una relazione sana e duratura. Contattate un esperto di relazioni per aiutarvi a lavorare su ognuno di questi punti in modo che la vostra prossima relazione sia la vostra migliore relazione.

Il dottor Eric A. Williams è un consulente e terapeuta matrimoniale e familiare specializzato in relazioni interpersonali e intrapersonali che aiuta gli individui e le coppie a riconnettersi con il loro sé interiore, così come il loro partner. Contattatelo oggi stesso per fissare una sessione di consulenza faccia a faccia o di salute telementale in modo che possa “camminare al vostro fianco”, assicurandovi il successo sia personale che professionale.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.